Tronchet (Sommet de) da la Chalp, giro per Lac de Souliers, canal d'Arvieux e Le Serre

difficoltà: BC / BC / S1   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1685
quota vetta/quota massima (m): 2590
dislivello salita totale (m): 1050
lunghezza (km): 23
disl. da portare (m): 150

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 25/08/19

località partenza: la Chalp (Arvieux , 05 )

cartografia: IGN 3537 ET Guillestre

note tecniche:
Splendido giro non particolarmente faticoso che però regala una lunga e fantastica discesa molto varia. A metà discesa si percorre inoltre il canal de Roue (ancien canal d'Arvieux): 3 fantastici km in falsopiano lungo un antico canale irriguo ancora perfettamente funzionante. Altamente spettacolare anche la discesa dalla cima al Lac de Souliers.
Uniche note negative sono la prima parte di salita da La Chalp a La Casse Déserte interamente su asfalto e l'alta frequentazione del successivo GR58 che ne sconsiglia la percorrenza in piena estate.

descrizione itinerario:
Partenza da Le Chalp 1685 m (poco sopra Arvieux - ampio park a sinistra) senza storia in salita fino a La Casse Déserte (m 2220). Da qui si abbandona l'asfalto (subito prima che la strada per l'Izoard scenda per un tratto) in favore del GR58 che stacca evidente a dx. Il magnifico sentiero - perfettamente liscio - alterna tratti pianeggianti ad altri di dura salita e perviene in breve ad un bivio dove bisogna tenere in salita la sinistra (indicazioni Lac de Souliers). Da qui la salita si fa più dura e obbliga a spingere la mtb nei tratti più duri e scassati. Velocemente si arriva allo splendido Lac de Souliers (m 2492) dove a destra si svela l'ultimo spettacolare tratto di salita per la Sommet de Tronchet (Crete du Tronchet su IGN) che si fa un po in sella ma soprattutto a piedi.

Dalla panoramica cima (bella vista sul Pic de Rochebrune) si ritorna indietro (primissimi metri ciclabili solo dai più bravi ed in forte esposizione) e con spettacolare discesa si torna al lago. Dalla sponda settentrionale del lago si origina un sentiero che scende nella valletta opposta a quella di salita. La prima parte è piuttosto tecnica ma, dopo un breve tratto ciclabile con molta difficoltà per pendenza e pietre, diventa più semplice tra praterie e facili parti guidate nel bosco. Si raggiunge una baita isolata dove inizia una sterrata che va seguita in discesa con tratti in forte pendenza. Si supera un primo ponte, mentre al secondo occorre prendere a destra per riattraversare il fiume, giungendo ad un bivio dove si abbandona la sterrata in favore di un evidente single track (indicazioni per il Canal). Inizia così un tratto altamente spettacolare (sono poco più di 3 km) con la traccia che costeggia costantemente l'antico canale irriguo. A tratti bisogna un po fare attenzione all'esposizione, ma il fondo rimane sempre perfettamente liscio. Il sentiero termina in corrispondenza di una sterrata (poco al di sopra del visibile e poco più basso Lac de Roue). Da qui si segue la sterrata a dx in salita e quindi in falsopiano (circa 90m d+) raggiungendo un parcheggio sulla sx a quota 1906 m (Le Serre) dove inizia una bella discesa in single track (dietro i tavoli da pic nic) che ci porta con un finale spettacolare in vista della borgata Les Maisons. Qui bisogna fare attenzione a non raggiungere le case ma bisogna imboccare poco prima all'unico bivio il GR 5 che stacca sulla destra. Il sentiero - sempre molto bello - prima sale un po e poi scende a La Chalp poco a monte del parcheggio dove si era lasciata la macchina.