Bucher (Sommet) da Chateau Queyras, giro canal Pierre Dimanche e les 40 Lacets d'Aiguilles

difficoltà: MC / MC+ / S1   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1350
quota vetta/quota massima (m): 2250
dislivello salita totale (m): 1200
lunghezza (km): 34

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: GIORGIOBI
ultima revisione: 17/08/19

località partenza: Chateau Queyras (Château-Ville-Vieille , 05 )

punti appoggio: vari gite d'etape in zona

cartografia: IGN 3537 ET Guillestre 3637 OT Mont Viso

note tecniche:
Splendido tour che consente di esplorare la parte bassa della valle del Guil unendo in maniera logica alcuni tra i più bei sentieri della zona. Le discese (ed in lunghissimi tratti in falsopiano) si svolgono quasi interamente su facili (ma non banali) single track dove si può far correre la mtb. Ciclabilità totale sia in salita che in discesa! Molto belli anche tutti i paesini che si attraversano durante il percorso!

descrizione itinerario:
Da Chateau Queyras (park a dx arrivando dal colle dell'Agnello) si attraversa su ponte il torrente Guil e si comincia a salire prima su strada asfaltata e poi su bella sterrata fino a raggiungere la Sommet Bucher (ripetitore dove termina la strada).
Si torna brevemente a ritroso fino ad una curva a dx per imboccare a sx (palina) un single track che deposita velocemente al Col de Près de Fromage.
Dal colle ci prende uno stradello a sx che si abbandona subito in favore di un evidente sentiero a tratti ripido che porta ad incrociare nuovamente la sterrata poco sotto che si deve seguire in discesa per un breve tratto.
Sulla sx (chiare indicazioni per discesa in bici) si ricomincia quindi a scendere su fantastico single track - spesso molto scorrevole ma con qualche tratto più tecnico - fino a raggiungere il borgo di La Rua dove termina la prima discesa. Si esce in salita dal paese raggiungendo l'asfaltata che sale a Saint Véran, sempre in salita si raggiunge un bivio dove si prende a sx in direzione colle dell'Agnello. Si attraversa l'abitato di Molines en Queyras (possibilità di rifornimento) e si continua a salire su asfalto per oltre un km fin quasi a Pierre Grosse dove poco prima si svolta secco a sinistra (palina La Penaille 1870 m).
La traccia sale leggermente per raggiungere un quadrivio che segna l'inizio del canal Pierre Dimanche, si continua dritto su di un sentiero perfettamente pianeggiante che con splendido e lungo percorso panoramico costeggia un canale irriguo (asciutto) e termina nei pressi dell'abitato di Prats Hauts.
Si scende in breve al villaggio che si deve attraversare per imboccare sul lato opposto un sentiero che ben presto ricomincia a salire e presenta un percorso decisamente più nervoso del precedente con vari saliscendi.
Si passa nei pressi di un bel pilone con croce, quindi si continua in traverso senza possibilità di errore (indicazione percorsi VTT).
Dopo aver incrociato una ripida forestale la traccia comincia a scendere in modo definitivo: un primo tratto scorrevole ma splendido porta nella sezione più impegnativa caratterizzata da una moltitudine di tonanti per tutti i gusti (distanziati o ravvicinati, larghi o più stretti) ma sempre abbastanza rotondi da consentire senza problemi il passaggio della mtb.
La discesa termina su di una forestale che si deve seguire verso sinistra (palina con indicazione per Chateau Queyras) per un breve tratto, poi si imbocca a dx (sentiero ciaspole, indicazione per Eyssarts) una traccia che pianeggiante termina incrociando una ripida sterrata.
Da qui si deve svoltare a sx affrontando una breve ma ripidissima risalita, poi lo stradello torna a scendere con bel percorso terminando all'ultimo tornante della strada asfaltata che da Ville-Vieille sale Saint Veran.
Si scende al paese e, senza attraversare il Guil, si prende a sx nuovamente su sterrata scorrevole (qualche breve strappo in salita) che riporta al ponte sul Guil superato alla partenza.