Tzére o Tsére (Gran Lago di) e Bivacco Città di Mariano da Saint Jacques, anello

Tzére o Tsére (Gran Lago di) e Bivacco Città di Mariano da Saint Jacques, anello

Dettagli
Dislivello (m)
1400
Quota partenza (m)
1697
Quota vetta/quota (m)
2860
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
facili sentieri e pietraia n.7, 6, 6C e ometti

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Città di Mariano

Note
Escursione ad anello che, rimarcando la classica salita al rif Città di Mariano, conduce al poco frequentato Gran Lago in un ambiente post glaciale intatto e affascinate. Ritornati al rifugio si propone di seguire le tracce di sentiero che scende la bastionata raggiungendo e percorrendo la bella Comba di Rollin, siamo ai piedi del ghiacciaio dell’Aventino, sino ad intercettare il classico sentiero che sale al colle delle Cime Bianche e percorrerlo per rientrare a Saint Jacques.
Descrizione

Parcheggiato a Saint Jacques o poco oltre al termine della strada, attraversare a sx il ponte di legno sul torrente in località Blanchard 1730m (poco dopo la cappella votiva posta in mezzo alla strada) seguire il sentiero lastricato con numerazione n.7 e n.8 e di li a poco, a quota 1868m dove si trova un bivio, occorre svoltare a sx e proseguire sul sentiero n.6 per il Colle delle Cime Bianche (poco dopo la chiesa di Fièry si trascura il sentiero di dx n.6C; (comunque possibile via per raggiungere il bivacco) si sale un tratto di bosco sino a quota 2050m dove a sx e a poco dopo a dx 2090m (si esce anche dal bosco) si trascura il sentiero n.8E per proseguire sul n.6 sino a quota 2340m (dove poco prima, su un grosso masso, si trova già una scritta e una freccia di direzione per il bivacco). A quota 2340m in presenza di una palina si segue l’indicazione per il “bivacco Città di Mariano sent. 6C” che inizia a salire a dx in direz. nord; da prima in falso piano poi con un traverso in direz. Est (sulle pendici basse del Palon di Tzere (o Céré)) e di li a poco nuovamente in direz. nord superando un tratto di pietraia per poi salire più marcatamente a superare facilmente i balzi di roccia sino a raggiungere il Bivacco a quota 2844m.
Dal Bivacco, ora senza più segnavia ma con frequenti ometti, si prosegue a dx contornando un tratto di morena su pietraia sino ad alzarsi lievemente di quota (sino a 2926m) per poi con alcuni lievi sali-scendi raggiungere la depressione e il Gran Lago 2860m in un isolato e stupendo ambiente ai piedi del ghiacciaio de Tzere e alla ripida parte del mont de Veraz.
Ritornati nei pressi del Bivacco Mariano (a monte) si prosegue seguendo gli ometti e i radi segnavia gialli in direzione nord ovest (in un ambiente di pietraia morenica) si discendo un paio di balzi per poi proseguire in direzione nord ovest sino a guadagnare il pianoro sottostante della e raggiungere i rami del nascente torrente 2620m che si forma dal sovrastante ghiacciaio dell’Aventina. Si prosegue per un buon tratto a sx nella depressione Comba de Rollin (seguendo sempre gli ometti e i segnavia gialli) sino ad attraversare l’ormai formato torrente e percorrerne un tratto della sponda dx org sino ad intercettare 2580m il sentiero n.6 che da dx scende dal colle delle Cime Bianche. Lo si percorre a sx dir sud superando un paio di vasti e lungi pianori sino a raggiungere il bivio a quota 2340m (dove avevamo lasciato il 6 per il 6C) ora trascuriamo il sentiero di sx e proseguiamo a ritroso il tratto di salita sino a rientrare al parcheggio a Saint Jacques richiudendo l’escursione ad anello. (disl tot. 1350m, sviluppo tot 16km, 6h/6h30’ tot. – Allego traccia gps)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
valle D’Ayas Val di Gressoney n.8 1/25000 ed:l’Escursionista Zavatta
Bibliografia:
Gulliver: Città di Mariano (Bivacco) da Saint Jacques per il vallone di Tzere di “elenapollo”
francoa
21.06.2020
2 mesi fa
11 mesi fa
4 anni fa
5 anni fa
6 anni fa
7 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
11 anni fa

Tracce (5)

Condizioni

Link copiato