Siguret (Tête de) e Tête de Cuguret da Plan d’Eau de Jausiers per la cresta Sud

Siguret (Tête de) e Tête de Cuguret da Plan d’Eau de Jausiers per la cresta Sud
La gita
ste_6962
4 20/10/2012
Accesso stradale
arrivati alla Batterie de Cuguret, sterrata in cond. accettabili

Un piacevole ritorno per me, dopo aver salito già la Tete de Cuguret qualche anno fa. Siamo arrivati con l’auto fino alla Batterie de Cuguret, ma la sterrata va percorsa con attenzione, almeno con auto normali. Partiti dalla Batterie con cielo quasi sereno, qualche nuvola nella zona di Barcelonette, ma niente di preoccupante, seguiamo l’ottimo sentiero che con una infinita serie di tornanti prende rapidamente quota, raggiungendo la torretta più alta. Terreno asciutto e pulito, nemmeno l’ombra della neve ! Si sale bene e senza alcun problema, nella parte alta cengette, gradini e poi il sentierino risale (sempre ottimamente segnato da ometti e segnavia blu) in vista della Tete de Cuguret. Arrivati sotto la cima della Cuguret, abbiamo proseguito su una cengia diagonale (non molto evidente) che in leggera discesa ci ha portati alla Basse de Charbonniere. Fino alla Tete de Cuguret l’itinerario è segnalato in abbondanza, tra segni blu e ometti, mentre oltre decisamente meno, anche se ci sono ometti piazzati nei punti “strategici”. Dalla Basse de Charbonnière il percorso è più impegnativo, ci sono due canalini da risalire e due speroncini rocciosi da attraversare, con alcuni divertenti passaggi di I e II, ma su roccia poco solida che richiede una continua attenzione. Poi un bel cengione che sale in diagonale sotto la cresta, un canalino di sfasciumi (davvero faticoso e instabile) con roccia a strati e liscia (occhio se è bagnato o innevato !), mentre l’arrivo in vetta è per facili roccette che non presentano problemi di sorta. Una gita davvero piacevole e divertente, peccato solamente per la roccia poco solida e spesso sfasciata (come capita spesso in questa zona delle Marittime !). Giornata con meteo decisamente variabile, alternanza di momenti soleggiati con annuvolamenti, fino ad avere cielo quasi coperto..ma niente di preoccupante ! Panorama abbastanza limitato, ma nel complesso più che accettabile. Ambiente selvaggio e solitario…che a me piace non poco ! Una salita che dalla Basse de Charbonnière non è banale, e la valutazione F ci sta tutta ! Anche nella parte alta si sale bene, attualmente non c’è neve e non servono piccozza e ramponi. Dopo circa 1 oretta di sosta in vetta (oggi in compagnia del vento, che a tratti diventava fastidioso) siamo scesi, e una volta raggiunto nuovamente il bivio poco sotto la cima della Cuguret, per traccia di sentiero e facili roccette abbiamo raggiunto la vetta della Cuguret, trovando un grande ometto di pietre a darci il benvenuto ! Mezz’ora di sosta e poi discesa senza fretta verso il parcheggio della Batterie de Cuguret. Una gita che merita, ed è sicuramente consigliabile ! Ho valutato la gita solo 4 stelle per via del tempo variabile e per la visuale limitata, ma nelle belle giornate per quanto mi riguarda è da massima valutazione ! Oggi nessun incontro, non abbiamo incontrato nessun altro animale a due zampe, nemmeno qualche esemplare a 4 zampe dotato di corna, solitudine totale…come mi aspettavo !

Ancora una volta la Valle Ubaye si è rivelata una garanzia, due belle cime e una gita che ha ripagato sicuramente della scelta fatta, oggi in ottima compagnia di Enrico M. del CAI Ligure Genova come il sottoscritto, due “camosci” che battono frequentemente questa zona, anche al di fuori del branco !

Link copiato