Savi (Monte) da Neraissa

Savi (Monte) da Neraissa
La gita
coboldo
5 06/09/2015
Accesso stradale
Breve tratto sterrato fino al piccolo parcheggio presso il vecchio rif.Nebius.

Poco sotto il rif. Nebius prendere il sentiero che attraversa il torrente verso destra (freccia indicatrice su palo). In seguito il percorso e’ evidente anche se poco segnalato (vecchi segni gialli, qualche ometto). L’ultimo ripido pendio verso il colle Moura delle Vinche si supera seguento gli ampi e comodissimi tornanti di un vecchio sentiero militare.
Dal colle Moura delle Vinche invece di raggiungere il colle Serour si può salire direttamente a destra per una valletta erbosa raggiungendo la quota 2487 (“La Moura”). Da qui seguire il crinale a destra (sentiero) e, dopo aver raggiunto un’ampia sella erbosa, iniziare a risalire la detritica cresta sud-ovest del M.Savi. Spostandosi da ultimo leggermente a sinistra del filo, si raggiungono facilmente le bianche rocce della vetta (tracce, ometti, E+). Tempo totale ore 3-3:30.

Bella salita in ambiente solare e panoramico. Interessanti le piramidi di terra visibili nel fianco del vallone dal bordo del sentiero nella prima parte della salita e le imponenti opere di regimentazione delle acque risalenti agli anni ’30. Stupenda vista sulle Marittime e sul vicino monte Sale’. Peccato i resti dell’isolante in polistirolo giallo provenienti dal tetto della baita del margaro sparpagliati dal vento nel prato circostante, una bruttura inquinante che andrebbe sistemata al piu’ presto.

Link copiato