San Martino (Pale di) Croda della Pala – Via Langes

San Martino (Pale di) Croda della Pala – Via Langes

Dettagli
Altitudine (m)
2960
Dislivello avvicinamento (m)
500
Sviluppo arrampicata (m)
600
Esposizione
Ovest
Grado massimo
4
Difficoltà obbligatoria
4

Località di partenza Punti d'appoggio
Ristori a S. Martino di Castrozza e a Colverde

Note
La parete si presta, soprattutto nella prima parte, a diversi percorsi. La lunghezza dei tiri di corda è approssimativa, alcuni sono stati misurati in modo preciso, altri sono valutati “ad occhio”. La descrizione si riferisce al percorso da noi effettuato.
Il tracciato riportato nella fotografia sulla Guida Monti d'Italia CAI-TCI è molto utile per l'orientamento. Come idea generale, fino alla cengia-rampa finale si rimane sempre sulla sx (faccia a monte) dell'apice del conoide di ghiaia dove si è partiti e sempre a sx di un evidente pilastro che si nota in alto.
Avvicinamento
Da Colverde (stazione a monte della funivia da S. Martino di Castrozza) per sent. segnalato verso il Rif. Rosetta; al bivio sotto il Dente del Cimone si prende il sent. 712 per la ferrata Bolver-Lugli, abbandonandolo poi per salire fino al colmo del conoide di ghiaia ben visibile già dalla partenza, sotto e appena a sx di due grotte nere (c. 1h 15).
Descrizione
  • L1: Salire rocce articolate con leggero andamento a sx (fessura obliqua) fino ad uno spuntone con cordone (II e III, 40m)
  • L2: Alzarsi ancora un po’ a sx su rocce appoggiate poi rimontare lo spigoletto sulla dx fino ad una cengetta con 1 ch (III, 35m)
  • L3: In leggero obliquo a sx assecondando una facile rampa, poi, invece di alzarsi lungo la parete, traversare orizzontalmente su terreno facile verso uno spuntone con fettuccia colorata (II, 30m?)
  • L4: Salire il bel canale-camino sovrastante e uscire a dx su cengia ascendente fino a rocce bianche friabili sotto un diedro (III, I, 50m?)
  • L5: Scalare l’ottima paretina nera a sx del diedro (1 ch all’inizio) fino ad un comodo spuntone per sosta (III+, 30m)
  • L6: Sopra di noi superiamo a sx un piccolo tetto ad arco sempre su roccia splendida e lavorata ed entriamo in un caminetto che seguiamo fino a sostare su spuntone (III+, 45m)
  • L7: Salire fino a portarsi sotto una evidentissima fessura che incide obliquamente tutta la parete da sx a dx; la si segue rimanendo sulle rocce qualche m al di sotto fino al bordo di una grande quinta (III, II, 45m); siamo alla base del pilastro che vedevamo sopra di noi nei tiri precedenti.
  • L8: Si sale la quinta leggermente a sx del suo spigolo (il camino che essa forma con la parete in alto è ostruito) finché non termina su ghiaie orizzontali; un primo evidente caminetto va ignorato, proseguendo su cengia fin sotto un camino più grande e nero con ch ad anello alla base (III, I, 50 m)
  • L9: Alzarsi nel camino fino ad una terrazza con clessidra gigante (III, 30m)
  • L10: Sopra il camino si strozza a fessura strapiombante, proseguire invece nel ramo di dx (1 ch,), quando si dissolve in varie crestine si esce a sx verso la parete (larga cengia-rampa ascendente). In una fessura nera e muschiosa tra rocce bianche si trova un ch, non facile da vedere (IV, IV+, III, 50m). Si può uscire dal camino anche una ventina di m prima arrivando ad una comoda terrazza della larga cengia-rampa
  • L11: La cengia-rampa propone un canale contro la parete, che si sale fino ad una grotta nera che forma uno strapiombo; si aggira sulla dx per ghiaie e poi si scala per pochi m la breve paretina poco più avanti fino a due ch di scomoda sosta (II, IV-, 40m?)
  • L12: Pochi m ancora sulla paretina e si ritorna sulla grande cengia-rampa, ora larga e facile. La si segue facendo attenzione a non muovere sassi (II, I, 50m)
  • L13:Proseguire camminando lungo la ripida cengia fino allo spigolo (50m)
  • L14: Una facile rampa a sx ci porta presso la selletta a pochi m dalla cima (I+, 60m?)
Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Sigurd e Gunther Langes e H. Hambock, 10/8/1921
Cartografia:
Tabacco 1:25000 foglio n. 22
Bibliografia:
Guida dei Monti d'Italia "Pale di San Martino ovest" a cura di Lucio De Franceschi, CAI-TCI 2003
levro
26/08/2021
3 mesi fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1470m 3.9Km

San Martino di Castrozza

Webcam
Webcam 1980m 5.1Km

Passo Rolle

Webcam
Link copiato