Rossa della Grivola (Punta) da Valnontey, traversata a Cretaz per il vallone diVermiana

Rossa della Grivola (Punta) da Valnontey, traversata a Cretaz per il vallone diVermiana

Dettagli
Dislivello (m)
2000
Quota partenza (m)
1660
Quota vetta/quota (m)
3630
Esposizione
Nord-Est
Difficoltà sciistica
BSA
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Vittorio Sella 2584 m

Avvicinamento
Da Aosta, prima uscita a dx. per Aymavilles-Cogne poi si raggiunge Cogne e infine Valnontey
Note
Gita grandiosa tra le più belle e lunghe della valle d'Aosta, assolutamente consigliabile dividerla in due giorni con pernotto al V. Sella (o almeno a Valnontey)
Esistono altre due discese, lungo il ghiacciaio del Trajo e lungo il vallone di Poucet
Descrizione

Si raggiunge il Sella lungo il ripido sentiero che da Valnontey scavalca la prima aspra bastionata per immettere poi nel meraviglioso vallone soprastante. (2h/2h30)
Dal rifugio Vittorio Sella seguire la valle in direzione W fino a a circa 2860m di altitudine e salire un pendio ripido esposto a S, a forma di imbuto che conduce, dopo un paio di passaggi ripidi (eventualmente a piedi) su una piccolo plateau (3094m, laghetto) da cui a destra si nota evidente l’ultimo pendio di 100m per raggiungere il colle della Rossa mentre a sinistra si vede il canale ripido che porta al colle della Nera. Superare il pendio in direzione NE e giungere al Col de la Rousse (3195m). Dal colle perdere alcune decine di metri di dislivello ed effettuare un lungo traverso verso N su pendio ripido esposto a E (all’inizio facile, via via più stretto ed esposto su salti di roccia) fino ad arrivare sull’ampia cresta N, poi NE della Punta Rossa, che si sale rimanendo sul filo di cresta.

Discesa
Stesso itinerario fino a 3/4 del traverso quindi è possibile scendere direttamente nel vallone di Poucet fino a quota 2800m dove conviene spostarsi verso destra (E) passando sull’ampio crestone che scende verso N dalla Tete du Gavio (cima segnata da un ometto, evidente dal col de la rousse). Superare la cresta e scendere nel vallone di Vermiana puntando alle baite di Vermiana Dessus, 2382m.
In alternativa al vallone di Poucet è possibile tornare al pendio sotto il col de la Rousse e scendere integralmente il vallone di Vermiana badando a stare al centro (un corto pendio non sciabile a sinistra a metà).
Da Vermiana Dessus spostarsi verso destra per evitare un salto di roccia puntando al pendio NW del Mont de l’Ouille, senza raggiungerlo si scende per un ampio canale, poi pendio (S3) disseminato di larici fino ad intravedere, sulla sinistra, il casotto dei guardiaparco (2289m)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
varie topo guide, la gita è famosissima e si presta tre discese diverse
podina
14.04.2019
1 anno fa
3 anni fa
4 anni fa
6 anni fa

Condizioni

Link copiato