Rivarossa (Villaggio di) da Le Baracche

Rivarossa (Villaggio di) da Le Baracche

Dettagli
Dislivello (m)
393
Quota partenza (m)
362
Quota vetta/quota (m)
755
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
208 208A

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Alda e Carla Marchesotti

Avvicinamento
Dall'autostrada Milano Genova uscire a Vignole Borbera e seguire la strada provinciale 140 della Val Borbera e dopo aver attraversato Persi raggiungere la località Le Baracche nei pressi della Casa Cantoniera. Parcheggi a lato della strada nelle famose Strette di Pertuso. Si tratta di quel tratto della Val Borbera, esteso per 4 km tra la frazione Persi di Borghetto di Borbera e la frazione di Pertuso di Cantalupo Ligure, caratterizzato da uno straordinario caynon profondo fino a 100 metri scavato dal torrente Borbera.
Note
Rivarossa è la frazione più elevata del comune di Borghetto di Borbera. Ormai è un villaggio fantasma, completamente abbandonato. Tra questi ruderi emerge, ancora ben conservata, una costruzione che, grazie alla disponibilità dei proprietari, della Comunità Montana Val Borbera e Valle Spinti e della Sezione di Novi Ligure del CAI, nel corso del 2006 è stata completamente restaurata ed adibita a bivacco incustodito per escursionisti dedicato a Alda e Carla Marchesotti.
Descrizione

A una cinquantina di metri oltre la Casa Cantoniera (m. 362) si imbocca il sentiero 208 (indicazioni) che sale a sinistra e rimonta con ampie svolte un contrafforte coperto di querce e castagni. Dopo circa 15 minuti si trovano dei cartelli per Rivarossa (quello diritto 208 indica 30 m. quello a sinistra 208A 45 m.). Il consiglio è di proseguire sul 208 ed eventualmente scendere per il 208A (attenzione solo ad un tratto franato). Dopo un tratto nel bosco si sbuca su un crinale con vegetazione più rada. Da qui si hanno delle belle vedute panoramiche: a sinistra sulle Strette di Pertuso e sulla bassa valle con le Alpi sullo sfondo; a destra sulla conca di Cantalupo Ligure sovrastata dalla dorsale Giarolo-Ebro. Il sentiero sale dolcemente lungo il costone, per ridursi poi ad un sentierino che si inerpica fra gli arbusti, sino al ripiano dove sorgono le case diroccate di Rivarossa (m. 738) con il bivacco recentemente restaurato. Proseguendo sulla sterrata si arriva in breve alla bellissima chiesetta della Madonna di Rivarossa (m. 755). Per chi vuole in circa un’ora si può salire sul Monte Barilaro (m. 804)

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
franco1457
19/03/2017
4 anni fa
Link copiato