Piroulire (Rocher du) Jean Fajan

Piroulire (Rocher du) Jean Fajan

Dettagli
Dislivello avvicinamento (m)
400
Sviluppo arrampicata (m)
400
Esposizione
Ovest
Grado massimo
6a+
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio
St.Ours

Note
Partenza al tornante dopo il ponte sul Rou du Pinet
Itineraro moderno ben attrezzato su calcare molto abrasivo.
Utili alcuni friend piccoli e nut.
Bellissima via, con chiodatura distanziata e difficoltà obbligatorie ( 6a+). Rispetto alla vicina "oblio" la "spittatura" é più severa.
Descrizione

La via attacca alcuni metri a destra di Oblio.
L1: placca d’attacco delicata (passo 5c poi 5a) cui segue un muretto ben appigliato (5a). Altra placca tecnica contornata a destra da un evidente diedro fessurato (5c con un passo di 6a o A0). 45 m S1.
L2: muro appigliato (4c). Strapionbino (6a+ o A0, poi 5c) seguita da bella placca tecnica leggermente abbattuta (5a/b con passi di 5c). 45 m S2.
L3: andare a destra su facile e breve rampa erbosa e attaccare la bella placca compatta (passo di 5c all’inizio poi 5a). 30 m S3.
L4: placca tenica posta a sinistra di un grande diedro inclinato (5a con passi di 5b). Con passo più difficile (6a o A0) salire allinterno di un diedro svaso. Seguirlo (5a) fino ad un muretto che lo chiude. Superare il muro sulla sinistra con passo poco intuitivo (5c) e proseguire alcuni metri su terreno più facile (4a). Oblicuare decisamente a destra, superare una facile costola rocciosa fino a trovare la sosta non visibile. 45 m S4.
L5: proseguire facilmente verso un evidente muro verticale posto sopra un marcato camino/canale abbattuto. Superare il muro leggermente strapiombante (5b) e continura su placca fino alla sosta (4c/5a). 45 m S5.
L6: dalla sosta continua su divertenti placche (4a con passi di 4c) fino alla sosta posta a destra di un evidente pilastro. 40 m S6.
Da S6 si può raggiungere la cima proseguendo per ca 150 m su placchette e saltini (attenzione al terreno friabile), oppure scendere sulla via in corda doppia. Se si giunge in vetta, dall’estremità orientale del pianoro sommitale ci si cala con una doppia da 30 m sul sottostante colleto (spit e catena). Dal colletto scendere su terreno detritico (preferibilmente lato orografico destro) tornando in ca 30 min. alla base della parete.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Stura Ubaye, P. Brusasco/F. Vivalda, ed. Blu Edizioni, cuneoclimbing, denalisud
mahler
25.08.2019
1 anno fa
5 anni fa
8 anni fa
9 anni fa
13 anni fa
14 anni fa
16 anni fa
17 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato