Pian dei Prati (Rocca) da Toirano a Zuccarello, traversata

Pian dei Prati (Rocca) da Toirano a Zuccarello, traversata

Dettagli
Dislivello (m)
850
Quota partenza (m)
46
Quota vetta/quota (m)
827
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Terre Alte, Quadrato rosso pieno, due pallini rossi pieni

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Giro in traversata che necessita di una seconda auto da lasciare a Zuccarello per il rientro a Toirano.
Avvicinamento
Dall'Aurelia a Borghetto svoltare per Toirano, giunti a Toirano svoltare a sinistra sulla SP 34 per Balestrino, dopo poche decine di metri si posteggia nella piazza Cavalieri di Vittorio Veneto alla nostra sinistra.
Lasciare una seconda auto a Zuccarello per il rientro. Da Albenga seguire le indicazioni per Cisano e Garessio, passato Conscente prima di entrare in Zuccarello, all'altezza della casa della Forestale, si posteggia a destra sulla strada nei pressi della Cappelletta che si trova sulla strada 150 metri prima del cimitero.
Descrizione

Dalla Piazza dove si è posteggiato si prosegue verso ovest su Via Balestrino, si gira a destra in via P.G. Maineri, all’incrocio con l’edicola votiva svoltare a sinistra in Via Poggio seguendo i segnavia giallo/rossi del sentiero delle Terre Gialle. Si prosegue in salita e si finisce in mezzo agli ulivi, si segue la strada fino ad abbandonarla per seguire a sinistra su sentiero il segnavia delle Terre Alte. Si sale nel bosco e poi nella macchia mediterranea e si arriva sul panoramico poggio dei Prati di Groa, dove si lanciano col parapendio. Si prosegue sempre in salita sul crinale seguendo il sentiero col segnavia delle Terre Gialle e si sbuca sulla stradella sterrata tagliafuoco che va verso ovest, si passa di Poggio di Balestrino m.564, si prosegue con qualche su e giù, poi si abbandona la stradella per salire sul crinale con sentiero e toccare la Crocetta del Praè m. 564, croce di vetta, si prosegue col sentiero e si scende sulla stradella, si procede verso ovest e si arriva ad uno spiazzo, sempre seguendo il segnavia si va verso sinistra, subito dopo si lascia il segnavia che va al centro e si va ancora pochi metri a sinistra sulla strada fino alla bella fornace da calce che è li nei prati a una decina di metri dal bivio. Si ritorna sui propri passi e si prende la strada sterrata che va verso ovest, lasciando il segnavia delle Terre Alte che scende a Balestrino. Si segue la strada sterrata verso ovest, ci si immette su una strada asfaltata in un curvone e la si segue verso destra in salita, dopo poche centinaia di metri la strada diventa sterrata, la si segue sempre verso ovest fino al primo bivio a sinistra in salita a quota m.660 circa. Si prende la stradella a sinistra in salita, che poi diventa sentiero, da seguire fino ai prati che sono subito sotto alla Rocca Pian dei Prati. Scempio da parte dei motociclisti. Con traccia si sale sulla Rocca di Pian dei Prati m.827 (sulla sommità vi è un poligono di tiro, sembra dismesso, comunque fare attenzione), scendere con traccia nei prati a ovest fino a sbucare sulla strada sterrata che si segue verso sinistra, trovando il segnavia due pallini rossi pieni. Si segue la sterrata e il segnavia fino ad arrivare alla strada SP44 nei pressi dello scollinamento al bivio per il Santuario di Monte Croce sulla strada asfaltata Castelvecchio di Rocca Barbena – Vecersio – Balestrino – Toirano, si scende verso Castelvecchio di Rocca Barbena (a destra, ora appare sulla strada il nostro simbolo che ci porterà a Zuccarello, quadrato rosso pieno) Scendiamo lungo la strada asfaltata fino al secondo tornante (tornante verso destra)ed ecco che troviamo alla nostra sinistra una stradina sterrata con il segnavia quadrato rosso. Proseguiamo sulla sterrata nel bosco fin quando ad un tornante verso destra in discesa, la abbandoniamo e prendiamo dritto a sinistra il sentiero (sempre segnato col quadrato rosso) che scende fino alla Cappelletta, in alcuni punti solo una traccia che si perde un po nella garriga, poi si entra nel boschetto e il sentiero ritorna più marcato e scende rapido con numerosi tornanti, si ha sempre il segnavia sui tronchi degli alberi.
Sulla nostra destra in basso appare dopo un pò il castello di Zuccarello che domina la valletta Ciosa. Il sentiero sbuca su una strada sterrata in fondo alla valletta, prendere a sinistra, in breve si giunge alla Cappelletta (passando il campo addestramento cani della protezione civile) sulla strada asfaltata dove si era lasciata l’auto al mattino concludendo il giro.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Zona dove si sono combattute le battaglie Napoleoniche di Loano
Cartografia:
CARTINA FRATERNALI N°20 FINALESE
giada
13/01/2018
4 anni fa
Link copiato