Paura dal cervello (Torre) Niente più coccole per Bonellino

Paura dal cervello (Torre) Niente più coccole per Bonellino

Dettagli
Altitudine (m)
1200
Dislivello avvicinamento (m)
100
Sviluppo arrampicata (m)
90
Esposizione
Nord-Ovest
Grado massimo
6c
Difficoltà obbligatoria
6a+

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Parcheggiare al primo tornante sotto al caporal provenendo dalla vecchia strada e non dalla galleria di Ceresole.
Dal parcheggio si nota con attenzione la struttura, attraversare il fiume con qualche difficoltà e puntare prima al tralicio verde della luce e poi alla struttura. L'avvicinamento risulta scomodo e disagevole in quanto è da effettuare per pendii ripidi boscati e pietraie (25 min).
Descrizione

Via corta,ma interessante.
La via presenta 4 tiri ed è un’alternativa per occupare mezza giornata d’estate all’ombra avendo un’esposizione nord-ovest.
Via da integrare: portare una serie di friends fino al 3, nuts (non indispensabili) e rinvii.
La via è stata riattrezzata di recente ed ora presenta qualche spit sui tiri e soste a spit.
Doppie sulla via.

1°tiro: 6c, 25 m. (3 spit) Attaccare un vago spigolo proteggendosi dove si riesci e reperire il primo spit a circa 7 m da terra, proseguire con arrampicata tecnica (ancora 2 spit), ribaltarsi su una piccola cengia ed entrare nel diedro fino in sosta.
2° tiro: 6b+, 20 m. (1 spit) dalla sosta risalire il diedro cieco e difficile (chiodi) e poi verso sinistra continuare lungo lame e fessure (1 spit e chiodi poco sicuri) ATTENZIONE A TIRARE ALCUNE LAME CON CAUTELA PERCHE’ SUONANO VUOTO E SEMBRANO FRAGILI. Reperire la sosta su un pulpito.
3° tiro: 6a+, 30 m (1 spit). Tiro molto bello in un diedro rosso facilmente proteggibile. Anche qui però attenzione a quello che si tira perchè la roccia in alcuni punti non è ottimale.
4° tiro: 5c, 20 m. Risalire dalla sosta su cengia il diedro e prendere la fessura di destra e terminata la fessura con risalti andare a sinistra dove c’è la sosta. Volendo invece di prendere la fessura di destra si può andare su quella di sinistra (1 chiodo) più difficile, ma tiro molto lichenoso e nella parte alta scivoloso.

Doppie sulla via.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
Valle dell'Orco - Maurizio Oviglia
damiano-ceresa
06/10/2012
8 anni fa
9 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Webcam 1600m 5.9Km

Ceresole Reale – lago

Webcam
Webcam 1150m 9.1Km

Groscavallo

Webcam
Link copiato