Pala Rusà da Pian Benot, anello della Sagna del Vallone per i colli delle Lance e della Portia

Pala Rusà da Pian Benot, anello della Sagna del Vallone per i colli delle Lance e della Portia

Dettagli
Dislivello (m)
1037
Quota partenza (m)
1627
Quota vetta/quota (m)
2292
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Sentiero n° 109 - rari segni bianco rossi fino al colle delle Lance - dopo nessun segnale

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Raggiungere Lanzo e seguire le indicazioni per Viù, proseguire per la valle fino a raggiungere Usseglio e subito dopo la frazione Crot; passata la centrale elettrica e una galleria, volgere a sinistra per strada asfaltata che porta a Pian Benot. Ampi spazi di parcheggio
Note
Giro un po’ avventuroso, che permette di visitare la zona della “Sagna del Vallone”, un vecchio lago ormai completamente scomparso, ora trasformato in torbiera.
Percorso facile fino alla Sagna, che diventa ravanosissimo fino al colle della Portia, con il sentiero completamente scomparso sotto le drose.
Di nuovo facile ma fuori sentiero fino alla Pala Rusà
Dai colli e dalla vetta ottimi panorami sulle montagne della bassa val di Susa e dall’altra parte sulle cime più elevate della val di Viù.
Nota : le informazioni sono sullo stato attuale della zona. Poiché purtroppo è prevista la costruzione di un nuovo impianto di risalita in sostituzione del vecchio skilift, le indicazioni potrebbero essere non più valide a breve per il tratto fino al colle delle Lance
Descrizione

Dall’inizio di Pian Benot prendere la sterrata a destra (cartello “Colle Lance”)

Percorrerla fino al piano dove inizia lo skilift che finisce sotto la Pala Rusà, a destra del Colle delle Lance.

Proseguire sulla sterrata e dopo un centinaio di metri volgere a sinistra dove inizia un sentiero poco evidente (scritta su pietra). Salire sulla traccia, dopo poco diventa abbastanza evidente, e in corrispondenza del secondo pilone in cemento dello skilift prendere a sinistra il sentiero verso il colle delle Lance (ometto). Si passa sotto le pendici della Punta delle Lance e si raggiunge in breve l’omonimo colle a quota 2152 m .

Da qui scendere per tracce di sentiero verso il centro del vallone della Sagna. Tenersi a sinistra della torbiera e contornarla, arrivando sotto le pendici che portano al colle della Portia, ben visibile in alto. Salire al meglio in mezzo alle drose, per fortuna un tratto abbastanza breve. In alto la vegetazione si dirada e si perviene in fretta al colle (ometto con scritta). Da qui volendo si prosegue a destra per la punta dell’Adois.

Scendere sulle proprie tracce (se si riesce) fino ad uscire dalle drose. Da qui piegare a sinistra e contornare la torbiera, tenendosi un po’ in alto dove vi è un piccolo salto di roccia. Puntare a un vallonetto di fronte , dove in alto si vede il terminale del vecchio skilift. Risalire il valloncello su comodi prati. Dal terminale volgere a sinistra per prati guadagnando in breve la punta contrassegnata da una caratteristica croce in legno.

Per la discesa seguire una piccola traccia che si tiene in cresta e che poi piega a sinistra, raggiungendo in pochi minuti il sentiero di  salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Fraternali n° 8
mario-mont
16.07.2020
4 settimane fa

Condizioni

Link copiato