Nonna (Costa di) da Champoluc, anello per Mascognaz e Cuneaz

Nonna (Costa di) da Champoluc, anello per Mascognaz e Cuneaz

Dettagli
Dislivello (m)
900
Quota partenza (m)
1550
Quota vetta/quota (m)
2450
Esposizione
Varie
Grado
BRA
Difficoltà alpinistica (se pertinente)
F
Tipologia
Attraversa pendii ripidi

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Itinerario che per il primo tratto si svolge in pineta e, raggiunta la frazione di Mascognaz offre la salita di ampi pendii. La prima parte termina alla Costa di Nonna e volendo si può tornare indietro per il percorso di salita. Per completare l'anello è necessario scendere dal colle verso Cuneaz: questa è la parte complicata per i racchettari. Consiglio vivamente di togliere le ciaspole (eventualmente mettere i ramponi) e di usare una picca per affrontare la prima parte di discesa. Dopo i primi 50/100m di dislivello si possono tranquillamente rimettere le racchette.
Descrizione

Lasciare l’auto nel piccolo piazzale di fronte al cimitero di Champoluc: dopo il ponte nei pressi del parcheggio, imboccare la ripida mulattiera che porta a Mascognaz.
Uscire ad una cappelletta che precede il villaggio, attraversarlo e continuare nel vallone. Attraversare il torrente su un ponticello e continuare per alcune centinaia di metri fino dove è possibile risalire verso le baite di Talassa sulla sinistra.
Dalle baite si prosegue superando un tratto più ripido e così si raggiungono le baite superiori. Lasciare a destra l’itinerario per la Costa Chateau e continuare per il pendio sino alla cresta. Da qui si dovrebbe godere di un’ ottima vista sul Rosa. Fino a questo punto l’esposizione prevalente è Sud-Ovest.
A questo punto scendere fino al punto più basso del colle ed infilare il ripido canale che permette di scendere nel vallone di Cuneaz (ramponi e picozza a meno di una traccia decisamente stabile). Mantenersi sulla sinistra ed attraversare le pinete che si incontrano puntando però verso le prime baite del villaggio(il percorso può essere molto variabile a seconda delle condizioni della neve e delle tracce di precedenti gite skialp). Il percorso nel bosco è molto ripido e se la neve non è portante (adesso siamo a Nord) può risultare molto faticoso.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
L’Escursionista Editore 1/25.000 n° 8
luther
05.01.2011
10 anni fa

Condizioni

Link copiato