Noire (Tete) da Planaval

Noire (Tete) da Planaval

Dettagli
Dislivello (m)
1035
Quota partenza (m)
1750
Quota vetta/quota (m)
2785
Esposizione
Varie
Grado
EE
Sentiero tipo, n°, segnavia
Da Planaval: nessuno

Località di partenza Punti d'appoggio
Planaval (con bar-ristorante nei periodi apertura)

Note
La Tete Noire (2785 m) è la prima elevazione significativa che si trova sulla cresta che congiunge l’Aouille con la Grande Rochere; l’itinerario è molto simile (in parte comune) a quello già riportato su Gulliver per la quota 2682: https://www.gulliver.it/itinerario/64619/. E come già detto per il precedente è un itinerario riservato agli amanti del ripido e della wilderness, con salita a spanne sul ripido pendio erboso (quindi mai pericoloso) ma senza indicazioni o particolari riferimenti se non tracce di camosci quando si è ormai prossimi allo sbarco in cresta. Raggiunta la Tete Noire è poi inevitabile salire alla cima 2825 m, separata dalla Tete da un intaglio con canalone.
Punta molto panoramica, la salita è consigliata in giornate terse per godere appieno la vista a 360°.
Avvicinamento
Lungo la SS26 raggiungere La Salle e seguire la strada della collina fino a Planaval dove questa termina (indicazioni stradali).
Descrizione

Dall’albergo-ristorante di Planaval si scende ad attraversare il torrente per poi proseguire verso l’alpeggio di Ecules. La via che sale alla Tete corre su un pendio erboso che si apre sulla sinistra salendo, appena passata la macchia boschiva; arrivando da Planaval, sia seguendo la sterrata oppure il marcato sentiero (tracce di bestiame) che si imbocca appena dopo il ponte, il punto dove iniziare la salita è quindi abbastanza evidente ed intuitivo, una volta passati gli ultimi alberi.
Come detto la risalita è tutta sul pendio erboso, senza segni e senza riferimenti. Fatte le prime centinaia di metri la pendenza aumenta e la progressione diventa più difficoltosa (lo sarà di più in discesa) per poi tornare a diminuire; lì allora la salita diventa una camminata (un po’ lunga …) fino in vetta. Arrivati sulla cima della Tete Noire (2785 m) si presenta davanti il tozzo picco della cima 2825 m al quale si può agevolmente salire, seguendo il marcato sentiero dei camosci sul prato a superare l’intaglio e poi lungo la traccia.
Discesa per lo stesso percorso di salita.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
Carta L’Escursionista, Fg. 1, Monte Bianco-Courmayeur, Scala 1:25000
brunello-56
21/10/2018
2 anni fa
5 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 938m 5.3Km

Morgex – Capoluogo

Stazione Meteo 2842m 7Km

Morgex – Lavancher

Stazione Meteo 2876m 7.2Km

Morgex – Lavancher

Link copiato