Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per il Colle della Vacca

Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per il Colle della Vacca
La gita
ste_6962
4 25/06/2006
Accesso stradale
arrivati in auto fino al Lago Serrù
Traccia GPX
Colle della Vacca

Un piacevole ritorno sulla Grande Aiguille Rousse, dodici anni dopo la mia prima salita. Siamo partiti da Genova il 24 con l’intenzione di pernottare al Rifugio Pian della Ballotta, ma una volta arrivati a Ceresole, al deposito delle chiavi, nonostante la prenotazione scopriamo che un gruppo numeroso di gente…salita per fare una festa occupa interamente il rifugio, così ripieghiamo per il Rifugio Massimo Mila che ha posto. Partiamo presto la mattina del 25, ci portiamo in auto al parcheggio del Lago Serrù e iniziamo la salita, con un tempo variabile, tratti di cielo sereno in alternanza a nuvole che vanno e vengono. Passiamo dal rifugio…e tutti dormono ancora della grossa dopo la baldoria della sera precedente (non potevano scegliere un altro posto, magari a fondovalle ?). Superiamo il tratto con le corde fisse e raggiungiamo il Pian della Ballotta, dove la copertura nevosa è continua. Poi, calziamo i ramponi (la neve è compatta e dura) e risaliamo tutto il ripido vallone nevoso fino a raggiungere il Colle della Vacca. Qui ci leghiamo, siamo due cordate, io e Davide la prima, Luigi e Mauro la seconda. Sul Ghiacciaio Source de l’Isère è presente una vecchia pista che seguiamo, superando alcuni crepacci sulla sinistra. Bella la conca glaciale terminale, dove ci sono alcuni crepacci e una piccola seraccata che superiamo a destra prima di un ripido pendio di neve dura e a tratti ghiacciata che porta al colletto tra le due cime. Dal colletto alla vetta ancora una bella cresta di neve con il tratto finale pulito e su roccette ci porta facilmente in vetta. Peccato che nel frattempo il tempo è peggiorato, il cielo si è coperto con nuvole scure e minacciose, a tratti è salita anche la nebbia dal versante francese, ma per fortuna non ha compromesso completamente il panorama. Dopo un’oretta di permanenza in vetta (anche per aspettare Luigi e Mauro, saliti più lentamente rispetto a noi due) iniziamo la discesa verso il fondovalle con un cielo minaccioso di temporale..! Abbiamo la fortuna di arrivare fino al Rifugio Pian della Ballotta asciutti…poi si scatena un temporale con acquazzone e ci scoliamo tutti fino alla macchina….ma a volte può capitare. Non ci possiamo lamentare, nel complesso questa gita è riuscita bene, e ci ha soddisfatto, la montagna meritava e la gita è stata piacevole e divertente, non fosse stato per il tempo incerto avrei inserito tranquillamente le cinque stelle e il massimo gradimento. Mica sempre è possibile chiedere il cielo blu e senza una nuvola…! Per oggi va bene così !

Un bel weekend e una piacevole salita fatta con gli amici Davide I. del CAI Ligure di Genova, Luigi C. e Mauro M. del CAI Ule di Genova…ottima compagnia !

Link copiato