Gran Bernardè (Monte) Canale Ovest o della Spalla

Gran Bernardè (Monte) Canale Ovest o della Spalla

Dettagli
Dislivello (m)
1370
Quota partenza (m)
1378
Quota vetta/quota (m)
2747
Esposizione
Ovest
Difficoltà tecnica
4.1
Esposizione
E2
Tipologia
Couloir

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Da Lanzo seguire le indicazioni per la Val Grande (Cantoira, Chialamberto, Groscavallo) e arrivare fino all’abitato di Pialpetta. Subito dopo il centro paese svoltare a destra sulla strada che porta a Rivotti e Alboni. Al bivio successivo tralasciare la diramazione di sinistra che sale a Rivotti e proseguire per Alboni.
Arrivati alla frazione seguire la strada fino al suo termine dopo si trova un piccolo parcheggio.
Note
Canale più “classico” e meno impegnativo di quello Ovest (“Valli di Lanzo Sempre al Potere”) ma altrettanto bello grazie alla sua linearità e alla sua pendenza quasi omogenea. La salita in vetta per il grande plateau è ancora molto consigliabile per la bellezza della sciata e per il panorama che si gode.
Gita da effettuarsi con condizioni di neve assestata considerando che il canale diventa un colatoio di valanga.
Materiale occorrente: piccozza e ramponi
Descrizione

Incamminarsi sul sentiero n°323 per i Laghi d’Unghiasse, posti alla testata dell’omonimo vallone. Ci si sposta a destra verso il Bec Di Mea fino ad immettersi su una strada sterrata che sale (se innevata si sale bene sci ai piedi e servirà anche a scendere) fino all’Alpe Vaccheria. Qui la si abbandona e si prosegue sul sentiero (salibile e scendibile sci ai piedi con buon innevamento) fino al Pianoro delle Riane, dominato sulla destra dall’imponente bastionata del Gran Bernardè.
Il canale è ben visibile (lo è anche dalla strada del fondovalle) sulla destra, al termine del lungo crestone che forma la dorsale del Gran Bernardè. All’inizio del pianoro si torna leggermente indietro a destra fino ad arrivare sotto al piccolo salto roccioso che segna l’inizio del canale. Si passa facilmente sulla destra e ci si immette nel canale (quota 1825m circa), risalendolo tutto fino all’uscita sulla spalla (quota 2340m circa). Altezza 500m, pendenza 35-40°, qualcosa in più verso l’uscita.
Da qui si sale in vetta (400m circa di dislivello) per il grande e dolce plateau.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Prima probabile discesa: A. Acquarone, R. Boran, L. Brunati, L. e M. Enrico ; 06/01/2020
teo
30.01.2020
6 mesi fa
7 mesi fa

Condizioni

Link copiato