Giuditta (Torrione)

Giuditta (Torrione)
La gita
abo
15/10/2016

Di passaggio dal classico giro in mtb dei colli prà martino, crò e besso ho pensato di unire “l’utile al dilettevole” e quindi perché non portarsi dietro le scarpette e fare un salto su questo torrione (altrimenti abbastanza isolato e con un avvicinamento non proporzionato alla parte di scalata)? Peccato per la nebbia e le piogge dei giorni prima che hanno reso la roccia scivolosa (soprattutto nel primo gendarme). Riguardo alla valutazione dei gradi concordo con Teddy: stando a sx degli spit sarà anche III, ma se si seguono fedelmente qualche passaggino di IV lo si trova (per lo meno nella parte alta). La parte bassa è abbastanza anonima mentre la parte alta (il vero torrione) l’ho trovato molto divertente e su roccia ottima. Bella la prima lama in basso e poi la placca di L3 (credo sia il 3, salendo slegato non ho fatto tanto occhio al numero di tiri), abbastanza delicata (qui il IV ci sta). Abbastanza di forza l’uscita dallo strapiombino di vetta (anche qui il IV non sfigura) ma è corta e poco esposta. Discesa a piedi dal versante opposto, quindi lungo traverso orizzontale fino al colle sperina per recuperare la bici e finire la parte ciclistica della gita.

In giro solo qualche escursionisti e una decina di migliaia di fungaioli.

Link copiato