Gioffredo (Punta) da San Bernolfo per i Laghi del Lausfer

Gioffredo (Punta) da San Bernolfo per i Laghi del Lausfer
La gita
ste_6962
4 15/05/2005
Accesso stradale
arrivati in auto fino a San Bernolfo

Avevamo voglia di fare una bella salita su neve in Valle Stura di Demonte, e avendo già salito in precedenza le cime principali…la scelta è caduta sulla Punta Gioffredo. Siamo arrivati in auto a San Bernolfo il 14 maggio e abbiamo pernottato al Rifugio Sabarnoui (ormai questo bel rifugio è chiuso..), parlando con il gestore del rifugio abbiamo la conferma che le condizioni sono buone e la neve dovrebbe essere compatta e dalla buona tenuta per la salita di domani. Partiamo presto, appena dopo l’alba e ci incamminiamo nel Vallone di San Bernolfo, nella prima parte del vallone neve a macchie, mentre dai 2100 m. in avanti la copertura è continua. Nella prima parte del vallone la neve era crostosa e non sempre reggeva bene il nostro peso, ma fortunatamente non ce n’era molta e si riusciva a camminare senza dover faticare più del dovuto. Dal primo Lago del Lausfer la neve era più compatta e teneva meglio. Davvero bella ed incantevole la conca superiore del Lausfer, con il Corborant e la Punta Gioffredo che dominavano la scena ! Superata il promontorio roccioso di quota 2640 m. abbiamo poi puntato ad un colletto verso i 2700 m. ma senza raggiungerlo, abbiamo deviato a sinistra salendo in diagonale verso un bel canale che abbiamo risalito su neve buona fino a circa 20 metri dall’uscita, dove abbiamo salito direttamente il bel saltino roccioso della cima invece di aggirarlo a sinistra, non banale questo tratto quando è innevato ! Giornata splendida, con cielo sereno e visibilità ottima, grande ed estesissimo panorama dalla cima ! Ambiente selvaggio e suggestivo, questo angolo di Marittime innevato ha il suo fascino e merita di essere più visitato ! Infatti oggi siamo saliti solamente noi tre il tutto il Vallone di San Bernolfo e di Barbacana, ho visto solo 5 persone in vetta al Corborant e saliti dal Rifugio Migliorero. Siamo saliti in vetta in circa 4,40 ore da San Bernolfo, una bella montagna ed una salita piacevole e divertente che ci è piaciuta molto…meritava decisamente ! Peccato solamente per Alberto che a circa 2700 m. per il poco allenamento e per la stanchezza accumulata durante la salita ha preferito fermarsi e aspettarci seduto su un roccione. In vetta siamo arrivati solo io e Luigi. Anche in discesa nessun problema, non essendo caldo, la neve ha tenuto bene e non si sprofondava…come temevamo inizialmente ! Ci siamo trovati bene, come in passato, al bel Rifugio Sabarnoui di San Bernolfo. Quando pensate di salire la Punta Gioffredo…vi consiglio di farlo ad inizio stagione e/o a maggio, sicuramente più interessante che farlo in estiva su interminabili e faticose pietraie !

Un bel fine settimana trascorso nel Vallone di San Bernolfo, insieme a Luigi C. del CAI Ule di Sestri Ponente e di Alberto A. del CAI Ligure di Genova.

Link copiato