Ghigo (Punta) – La Repubblica degli Escartons

Ghigo (Punta) – La Repubblica degli Escartons

Dettagli
Altitudine (m)
2794
Dislivello avvicinamento (m)
850
Sviluppo arrampicata (m)
350
Esposizione
Nord-Est
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
6a

Località di partenza Punti d'appoggio
Bivacco Varrone

Note
Via molto bella su una parete selvaggia di roccia per lo più ottima . Con la recente chiodatura a fix inox da 10 mm , la via è di nuovo fruibile in sicurezza e il suo tracciato più facilmente individuabile .
Lo stile di scalata è prevalentemente di placca , si consiglia di padroneggiare il grado obbligatorio per godere a pieno della via. Durante la richiodatura sono stati aggiunti un paio di fix a tiro rispetto all’ originale , in modo da evitare potenziali cadute importanti, tuttavia occorre scalare tra una protezione e l’altra e non vi è nulla di regalato.
Tutte le soste dispongono di cordone e maglia rapida per la discesa .
Materiale: corde da 60 metri ,serie di friend da 0.3 a 2 (black diamond)
Avvicinamento
Da terme di valdieri seguire il sentiero per il lagarot di lorousa, sa qui salire sino al bivaco Varrone . Salire quindi la traccia che sale verso il canale di lorousa , sino all’ ampio piano basale del canale stesso . Da qui , verso destra per una cinquantina di metri si ginge alla base della parete della Ghigo.
L’attacco della via si trova alla destra della grande lavagna basale , appena a destra di un ampia fascia di tetti con collature nere.
Fix con cordone alla base , utile per partire in sicurezza con neve alla base (senza neve potrebbe trovarsi a qualche metro da terra)
Descrizione
  • L1: fessurina sopra il fix da proteggere , poi bellissima placca a vaschette che dal primo fix si segue leggermente verso sx. 5b 5c 4 , 45 metri , 4 fix
  • L2: evitare i tetti di dx, dalire l’evidente rampa leggermente a sx della sosta , seguire una bella sezione su una bella placca , da qui salire ancora direttamente sino a una stretta cengia erbosa che sale verso sx. Seguirla sino a trovare la sosta . 4c 5c 5a 3 , 55 metri  , 5 fix
  • L3: traversare orizzontalmente verso dx , impegnarsi dunque nel diedro giallo sovrastante , abbandonarlo verso sx dopo qualche metro , poi direttamente per placche e lame sino in sosta. 6a 5c , 35 metri , 4 fix e 1 chiodo
  • L4: Verticalmente per belle placche che portano a una cengia erbosa, da qui ancora per fantastiche placche sino in sosta presso comoda cengia , 5c  ,45 metri , 4 fix e  1 chiodo
  • L5: seguire lo sperone sopra la sosta ( fix alla sommità di esso) poi piegare verso DX , con qualche passaggio più difficile impegnare i bellissimi  muri superiori , seguire quindi fessure e placche sino in sosta . 4c  6a , 55 metri , 6 fix e 1 chiodo
  • L6: direttamente sopra la sosta  sino sotto fessura orizzontale rovescia. Superarla e poi co scalata più semplice giungere a una cengia erbosa. Da qui seguire una lama con successivi passaggi più difficili . Quindi proseguire verticalmente sino alla sosta sul filo di cresta. 6a 5a 6a 4c , 50 metri , 7 fix e 2 chiodi
  • L7:  facilmente suguendo la cresta ascendente verso sx (leggermente sulla dx salendo)  , facile , 60 metri (2 fix di sosta)
  • L8: seguire ancora la cresta , sino al suo termine . reperire sul versante opposto la sosta finale della via” super ellena “  posta un metro sotto il filo di cresta. Facile  45 metri .

 

DISCESA DAL LATO NORD EST : dalla sosta del sesto tiro  con 6 doppie lineari

DISCESA DAL LATO SUD : dalla sosta della super ellena , seguire gli evidenti fix della stessa e compiere le 6 doppie.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Guido Ghigo , A. Ferrante (11 agosto 1994)
Richiodatura Danilo Goletto , Jacopo Ramero (26 giugno 2021)
baley93
17/07/2021
2 settimane fa
1 mese fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1390m 3.9Km

Valdieri

Stazione Meteo
Stazione Meteo 2020m 5.1Km

Diga del Chiotas

Stazione Meteo
Webcam 2388m 9.2Km

Rifugio Questa

Webcam
Link copiato