Frisson (Monte) Spigolo Nord

Frisson (Monte) Spigolo Nord
La gita
abo
4 04/08/2022

Avvicinamento bucolico da Palanfrè ma inverosimilmente caldo e umido. 2 orette per noi fino in cresta (presa quasi nel punto più a nord) e poi un’altra mezz’ora per andare alla base dello spigolo vero e proprio. Non abbiamo ben capito se abbiamo preso il canale giusto per arrivare in cresta (ripido e pettoso, tra rododendri ripidi e umidi). Stesso discorso vale per l’attacco della via: noi abbiamo attacco sul filo di spigolo N (tralasciando il pilastrino indicato da castel di cui non si trovano riferimenti da nessuna altra parte, nemmeno nella GMI) e dopo un camino-diedro in conserva siamo sbucati in una rampa camino verso dx (vecchio ch.). Usciti ad una spalla con pino si traversa a sx (altro muretto di una decina di m di III/+) e quindi facilmente fino ad una placca giallastra sulla sx di un diedro di un piccolo gendarme (10m lisci con 2 passi di IV, probabilmente il tiro indicato in relazione rimane più a dx/ovest). Da lì siamo sbucati alla sosta che precede L3, dove abbiamo indossato le scarpette e abbiamo proseguito senza altri problemi nel trovare l’itinerario. L3 salito dalla variante, non affatto banale, il tratto con i 3ch. non è integrabile quindi bisogna viaggiare un po’. L4 e L5 con due bei movimenti di forza in partenza e poi più tranquilli (comunque un bel V montagna). La via è corta (in pratica 3 tiri obbligati di V, il resto a propria discrezione) ma meritevole per l’ambiente. Materiale usato: corda da 50m, friend #0.3-2, 6 rinvii (utili allunghini), cordini, eventualmente un mazzetto di nut. Scarpe da approach consigliate per avvicinamento e discesa. Si scala principalmente sul lato E della cresta, regolarsi di conseguenza con le temperature. Un po’ di blocchi appesi nella parte bassa, roccia decisamente più sana da L3 in poi ma un po’ lichenata (soprattutto L4).

Con dulfer-meister, dai IV di Chamonix al Frisson è un attimo.

Link copiato