Freyty (Col du) da Ruz, anello per il Rifugio Crete Seche

Freyty (Col du) da Ruz, anello per il Rifugio Crete Seche

Dettagli
Dislivello (m)
792
Quota partenza (m)
1695
Quota vetta/quota (m)
2487
Esposizione
Varie
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio
rifugio Crete Seche

Avvicinamento
Da Dzovenno seguire le indicazioni per Crete Seche fino all'ampio parcheggio di Ruz
Note
Sentiero n. 2 fino al rifugio Crete Seche e n. 1 dalla comba di Faudery.
Per il resto terreno detritico senza tracce o ometti.
Descrizione

Si raggiunge il rifugio Crete Seche dal parcheggio di Ruz, dal quale il canalone è ben visibile.
Prima della salita finale per arrivare al rifugio si potrebbe deviare verso SO direttamente all’imbocco del colle, ma si potrebbero trovare difficoltà nell’attraversare un torrente.
Dal rifugio si seguono le indicazioni per “Aroletta”.
Si passa il torrente su un ponte e se il ponte non c’è si trova un valico agevole più a monte.
Si seguono i bolli gialli che passano all’imbocco del Col Duc e contornano la base dell’Aiguille de l’Aroletta per scendere poi all’ingresso del canalone NE del colle.
Il canalone è alto 150 m., lo si risale faticosamente dapprima tra paravalanghe, poi su terreno detritico con qualche tratto erboso, sino al colle.
A sinistra (verso Sud) una crestina porta alla piccola cima, che si raggiunge in pochi minuti per ripidi pendii erbosi sino alle roccette terminali.
Tornati al colle si discende verso Faudery, il canalone è più docile, largo ed erboso.
Giunti al fondo conviene risalire il bosco di fronte per raggiungere un sentiero visibile dal canalone.
Lo si incontra tenendosi sulla sinistra, si contorna un valloncello con una pozza d’acqua, si raggiunge un ben marcato sentiero che più sotto sfocia nel sentiero n. 1, ben segnato da bolli gialli, che conduce nel bosco all’interpoderale che sale da Ruz, per la quale si torna al parcheggi.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Il nome Freyty col du Freyty (e Tour du Freyty) è stato attribuito dall'Abbè Henry, da un nome simile segnalato nel 1500.
Cartografia:
Carta dei sentieri n.6 Escursionista editore
Bibliografia:
Buscaini-Guida alpi Pennine
benedetto
12/08/2014
6 anni fa

Tracce (1)

Risorse nelle vicinanze Mappa
Stazione Meteo 1594m 1.4Km

Bionaz – Moulin

Webcam 1700m 2.7Km

Bionaz – Dzovennoz

Webcam
Panoramica 3529m 4.5Km

Bec d’Epicoune

Panoramica 3073m 6.7Km

Monte Faroma

Panoramica 3518m 7.2Km

Mont Gelé

Stazione Meteo 1093m 7.3Km

Valpelline – Prelé

Panoramica 3504m 7.7Km

Becca de Luseney

Link copiato