Falchi (Parete dei) Waiting for the sun behind the moon

Falchi (Parete dei) Waiting for the sun behind the moon

Dettagli
Altitudine (m)
1200
Sviluppo arrampicata (m)
140
Esposizione
Sud
Grado massimo
7b
Difficoltà obbligatoria
6b

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Nuova via in Valle dell’Orco iniziata in primavera e conclusa ad ottobre 2012. La via è dedicata alla piccola Sole nata a giugno di quest’anno.
Sono stati utilizzati 5 spit lungo i tiri (2 nel secondo tiro e 3 nell’ultimo) oltre a quelli per le soste. La via è esposta a sud, per una ripetizione sono quindi da sconsigliare i mesi più caldi dell’estate. La via è molto varia, si alternano placche, fessure e diedri in cui è sempre possibile proteggersi. La seconda lunghezza presenta un bombè non ancora liberato le cui difficoltà si aggirano intorno al 7b, questo breve tratto è però superabile comodamente in AO.
Descrizione

AVVICINAMENTO
Per raggiungere la parte superiore della Parete dei Falchi dove corre la via ci sono due possibilità:
1-Percorrere una delle vie della parte inferiore della Parete dei Falchi (Un tenebroso affare, spigolo degli anarchici etc.)
2- Da Pianchette (Noasca-vecchia strada per Ceresole) seguire la mulattiera che parte a destra della Piramide e si introduce nel Vallone del Roc. Risalirla per circa 20 minuti ed abbandonarla in corrispondenza di una dorsale sulla sinistra (omini). Risalire la dorsale fino ad incontrare una pineta (omini), da questo punto traversare decisamente a sinistra e per ampie cenge raggiungere l’attacco della via.

RELAZIONE
L1: attaccare l’evidente linea di fessure in corrispondenza di un masso incastrato (ribaltamento atletico), proseguire lungo la fessura via via più larga andando a sostare su un comodo terrazzo.
L2: per un esile fessura andare a ribaltarsi sulla placca a destra della sosta, fino a raggiungere una bombè (2 spit) con arrampicata difficile superare questo passo (possibilità A0) e proseguire lungo una bella fessura verso sinistra fino a reperire la sosta.
L3:seguire il fessurone a sinistra della sosta, dopo alcuni metri spostarsi leggermente a destra seguendo sempre una ampia fessura, raggiungere una cengia e individuare la sosta
L4:dalla sosta salire un muretto a sinistra puntando ad un evidente dietro con lama staccata, superarlo e dopo alcuni metri reperire la sosta.
L5: spostarsi a destra e scalare prima ad incastro poi in dulie una bella fessura (1 spit al suo termine) da qui superare una bella placca (2 spit) e raggiungere la sommità della parete.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
osto1
21.10.2012
8 anni fa

Condizioni

Link copiato