Dolo (Lama del) Spigolo del dolo

Dolo (Lama del) Spigolo del dolo

Dettagli
Altitudine (m)
800
Sviluppo arrampicata (m)
150
Esposizione
Sud-Est
Grado massimo
6a
Difficoltà obbligatoria
5a

Località di partenza Punti d'appoggio
Albergo val dolo

Avvicinamento
Provenendo da Reggio Emilia prima di entrare nel paese di Civago si passa sotto ad una breve galleria, sopra la quale si erge la torre dell Amorotto, poche centinaia di metri dopo sulla sinistra c è uno spiazzo con cartello che indica la ferrata barranco del dolo. Si parcheggia e si segue il sentiero in discesa fino al torrente, poi sempre facendo attenzione alle tacche bianche sugli alberi si giunge all attacco della ferrata. A questo punto si deve guadare il fiume( problematico in caso di piena) si prosegue quindi sulla riva opposta sempre verso valle per una cinquantina di metri fino a quando si nota dall altra parte del fiume un caratteristico spigolo che segna anche la fine della grande placconata su cui corre la ferrata. Si guada nuovamente il torrente e si sale brevemente per vaghe tracce in direzione di un diedro sulla cui faccia destra sono ben visibili i fix della via. Circa 30 minuti in tutto.
Note
Bella via che si svolge in un bellissimo e particolare ambiente. La roccia è arenaria di cervarola, molto simile a quella dei massi di ceriola.
Sempre ottima, bisogna solo prestare attenzione a qualche masso instabile ma assolutamente evidente.
Il quinto tiro è in comune con la via ferrata ma essendo uno spigolo largo e abbattuto, il cavo non da fastidio...
La via che originariamente era stata aperta con mezzi trad. È stata richiodata integralmente a fix, lontani sul facile. Cmq se ci si porta una serie fino al 2 la si può percorrere in parte proteggendosi vista la presenza di fessure.
Descrizione

La via consta di 6 tiri di cui uno, il quinto, molto breve ed in comune con la ferrata.
Le difficoltà sono contenute( V geado max) per quasi tutta la via, tranne due brevi sezioni più difficili sul terzo e quarto tiro. Più impegnativo invece l ultimo tiro anche in base a dove si passa rispetto agli spit…cmq max 6a/ 6a+.
Terminata la via si prosegue per gli ultimi facili risalti della ferrata fin sotto alla falesia dell amorotto. Quindi si va a sinistra passandoci sotto fino a sbucare sulla provinciale a poche decine di metri dal oark

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
faregiro
28.06.2020
1 mese fa

Condizioni

Link copiato