Corandoni (Pizzo) dal Lago Ritom, anello per la Bocchetta della Miniera

Corandoni (Pizzo) dal Lago Ritom, anello per la Bocchetta della Miniera

Dettagli
Dislivello (m)
950
Quota partenza (m)
1850
Quota vetta/quota (m)
2658
Esposizione
Varie
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio
Capanna Cadlimo- Capanna Cadagno-Ristoro Taneda

Note
Bellissima e facile escursione contornata da perle lacustri dell'Alto Ticino in Valle Leventina. Attenzione: il parcheggio a pagamento per un giorno sotto la diga (settembre 2021) costa 15 CHF o 15 €, munirsi di monete, la macchinetta mangia soldi prende solo quelle. Oppure ancora meglio e più conveniente salire poco più avanti al Rifugio Lago Ritom dove si può parcheggiare nel parcheggio privato pagando solo 5 CHF (posti un po' limitati).
Avvicinamento
In autostrada per la Valle Leventina con uscita a Quinto. Si arriva alla diga del lago Ritom con l’auto (da Piotta – Altanca) oppure con la funicolare da Piotta.
Descrizione

Dalla diga del Lago Ritom si segue la strada carrozzabile che costeggia la sponda nord-occidentale del Lago Ritom fino ai cartelli segnaletici che indicano la deviazione per il Lago Tom e la Capanna Cadlimo. Salendo, in breve si raggiungono l’Alpe Tom 2022 mt. e l’omonimo lago.

Da qui il sentiero si inerpica fino a raggiungere dei terrazzamenti che ospitano i laghetti Taneda 2248mt. e 2304mt. poi con un  ultimo strappo ci si porta alla Bassa del Lago Scuro 2477mt.  L’ itinerario prosegue ora in un alternarsi di dolci sali e scendi costeggiando dapprima il Lago Scuro 2451mt. e in seguito il Lago di Dentro 2506mt., poi con una breve salita tra pietre e sassi si arriva alla Capanna Cadlimo. Dalla Capanna ora si prosegue scendendo lungamente la Val Cadlimo in direzione del Passo di Lucomagno fino ad intercettare a circa 2300mt. di quota la deviazione posta su un masso con l’indicazione il blu per i Laghetti della Miniera-Capanna Cadagno. Presa la deviazione si guada facilmente il Reno di Medel seguendo i segni bianco azzurri e una labile traccia non sempre visibile che rimonta il facile versante nord dell’Ovi di Cadlimo.

Arrivati sulle pietraie soprastanti, con la traccia che spiana, si seguono fedelmente i segni che portano verso i Laghi della Miniera dove si  lascia la traccia segnata salendo tra pietraie, puntando al largo gobbone del P.zo Corandoni dove ci attende il bel panorama sui laghi e montagne circostanti. Ridiscesi ai laghetti si procede brevemente alla Bocchetta della Miniera 2541mt. dove si scollina al Lago della Miniera 2526mt. , da qui inizia il ripido sentiero, dove c’è da porre un poco di attenzione, che scende diretto al Lago di Dentro 2297mt. dove si segue il sentiero che scende con un lungo traverso verso la Capanna Cadagno 1987mt.

Dalla capanna si prende la strada sterrata che scende all’Alpe Piora (nota per l’affinamento in loco del prosciutto omonimo) poi passando in parte al Lago Cadagno 1921mt. si raggiunge Cadagno di Fuori 1917mt., dove poco oltre si hanno 2 possibilità per il rientro lungo il Lago Ritom. La prima, un po’ monotona, prosegue lungo la strada sterrata, che costeggia la sponda orografica dx del lago. La seconda, più consigliabile su sentiero, segue la sponda orografica sx del lago. Qualunque sia la scelta, tutte e due  portano alla diga del Lago Ritom dove finisce la lunga ed appagante escursione di circa 20km.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
irui70
18/09/2021
3 mesi fa
Link copiato