Ciardonnet (Parete dell’Alpe) Luna Rossa

Ciardonnet (Parete dell’Alpe) Luna Rossa

Dettagli
Altitudine (m)
2420
Dislivello avvicinamento (m)
400
Sviluppo arrampicata (m)
100
Esposizione
Est
Grado massimo
6c+
Difficoltà obbligatoria
6b+

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Selleires

Avvicinamento
Dal rifugio Selleries seguire il sentiero che passa dalla bergeria vicino al rifugio in direzione del lago Ciardonnet. Si segue il sentiero sino all’alpeggio Ciardonnet, da qui la parete è ben visibile al di sopra dell’alpeggio. Si raggiunge l’attacco per tracce su prato ripido. 40 min dall’auto.
Note
Prima via su questa bella parete situata appena al di sopra dell'alpe omonima e caratterizzata da un bel diedro che ricorda la forma di una vela sotto la cima. La via è stata spittata ma dove ci sono fessure buone per i friend non abbiamo messo spit, anche se corta l'arrampicata si svolge su ottima roccia che ricorda il calcare con tanto di placche a knobs, buchi e piatte, sull'ultimo tiro invcece l'arrampicata torna granitica con un bel diedro che offre anche alcuni tratti in incastro. È stato effettuato un discreto lavoro di pulizia e disgaggio massi, tuttavia bisogna ricordarsi non è stata pulita come un tiro di falesia.
Luna Rossa ovvero la vela che naviga sulla nebbia nel mare di nuvole.
Materiale: 10 rinvii, serie di friend sino al 4BD, eventualmente un chiodo a u e uno universale, corde da 60m.
Descrizione

L1: 6C+ inizia su una bella colata nera con passi difficili, dopo il terzo fix si va a sinistra mettendo un friend piccolo in una fessura e girando lo spigolo si arriva in una zona di placche rosse. Si sale seguendo gli spit il muro rosso, sosta su comodo terrazzo. (7 spit + 2 spit di sosta da collegare)
L2: 6B+ Si seguono gli spit a sinistra della sosta che salgono uno stupendo muro con roccia simil calcare a buchi svasi (!!), si supera un terrazzo con delle radici e si sale un bel pilastrino, alla fine andare a destra e piazzare un buon C4 #0.4BD, sempre a destra salire un bel muro a buchi neri (spit) e traversare a sx in sosta sotto il grande diedro. (8 spit + 2 spit di sosta da collegare)
L3: 6A+ Salire il diedro che inizia in placca per verticalizzarsi man mano che si sale e finire strapiombante, spit a un terzo di tiro, all’inizio si può mettere un buon chiodo a u, il resto del diedro si protegge benissimo con una serie di friend. Allungarsi l’ultimo spit e andare a dx in sosta (2 spit + 2 spit di sosta con cordone e maillon).
Da qui se si vuole si può andare in cima traversando a sx per una decina di metri.

Discesa: Con una doppia da 60m giusti si arriva a terra

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Aperta dal basso il 22/09/2016 da Lucas Nyssens e Fabio Ventre.
nodoinfinito
25.09.2016
4 anni fa

Condizioni

Link copiato