Chi cerca trova (Cascata) – Val Febbraro

Chi cerca trova (Cascata) – Val Febbraro

Dettagli
Altitudine (m)
1950
Dislivello avvicinamento (m)
500
Sviluppo arrampicata (m)
120
Esposizione
Nord
Impegno
II
Difficoltà ghiaccio
3
Difficoltà misto
M3

Località di partenza Punti d'appoggio
ISOLA

Note
Intinerario inserito in una valle molto bella in pieno nord.
Con innevamento bisogna prestare molta attenzione tutti i flussi visti oggi finiscono su pianori sovrastati da ripide pareti, potenzialimente a rischio scaricamento.
Avvicinamento
Da Chiavenna proseguire per Campodolcino, quindi seguire per Isola, ora ai parcheggi prima dell'abitato di Mottaletta, dove normalnemte la strada è pulita.
In annate eccezionali, con poca neve, si può arrivare fino a Ca'Raseri a 1488m. e anche oltre con 4x4 (verificare eventuali divieti a permessi).
Alla fine della carrozabile, passare il ponte e seguire i cartelli per il Passo Baldiscio, segnavia bianchi e rossi, dopo 10 minuti tenere la sx e seguire per le Baite di Valle Dentro 1749m. raggiunte, proseguire in direzione dei tre flussi ora evidentissimi sul lato sx fronte marcia, a dx altri due bei flussi con esposizione sud/est.
Alla quota di circa 1950m. comincia la salita, da Ca'Raseri calcolare 1.45/2 ore senza innevamento.
Descrizione

Arrivati alla quota di 1950m. conviene calzare i ramponi e prepararsi, quindi cominciare a risalire il fondo del canale ben ghiacciato, tre le possibili linee, qui relazioniamo quella più a dx fronte marcia.
Risalire circa 200m. con difficolta mai superiori al grado 2, ora fare sosta.
1° tiro : 55m, 2 : salire senza percorso obbligato sul largo fronte, affrontare un salto da 6/8 metri quindi sostre su ghiaccio
2° tiro : 55m, 3 : un primo muretto , poi un po a dx quinti in direzione dell’evidente salto finale, da attaccare nel centro a leggermente a sx 8/10 metri, quidi uscire per rampa e fare sosta.
3° tiro : 30m + 30m, 2+, passi di misto : risalire la bella e semplice goulottina incassata tra lisce rocce fino a quando finito il ghiaccio si esce a dx per rocche con passi di misto max 3°, poi facilmente per prato gelato sino a fare sosta sulle picche nel terreno.

Discesa :
salire qualche metro e con ampio arco a dx cominciare a scendere per ripidi pendiie erbosi in mezzo a rododendri e arbusti fino alla base dove si sono lasciati gli zaini, calcolare 30 minuti.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Pio Guanella e soci nel 1987
Cartografia:
map.geo.admin.ch
Bibliografia:
Specchi di Ghiaccio (Versante sud)
mimi
07/12/2015
5 anni fa
Link copiato