Febbraro (Val) Primo canale del nido

Febbraro (Val) Primo canale del nido

Dettagli
Altitudine (m)
1850
Sviluppo arrampicata (m)
200
Esposizione
Nord
Impegno
II
Difficoltà ghiaccio
3

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Accesso:
Milano, Lecco, Chiavenna lungo la SS 36. Da Chiavenna verso il Passo dello Spluga, raggiunto Campodolcino deviare per Isola dal cui abitato, in breve, si raggiunge la frazione di Mottaletta (parcheggio).

Imboccare la strada forestale che porta in Val Febbraro (spesso innevata quindi utili sci o ciaspole), inoltrarsi nella valle in direzione Ovest finchè sulla sinistra è visibile la cascata (1,20 h circa dall'auto).
Descrizione

Si tratta del ramo sinistro del canale immediatamente a sinistra del più famoso “Salto del Nido”(da qui il nome).
Si tratta di un divertente canaletto nevoso composto da un primo salto iniziale superabile con un tiro da 50m con cordini di sosta su albero ed anello di calata, un successivo tratto appoggiato nevoso con altra eventuale sosta su alberelli a sx. ed un ultimo salto ghiacciato meno impegnativo del primo con arrivo su una rampa nevosa che termina presso un grosso albero con cordino ed anello di calata.
Possibile spezzare questo ultimo tiro con un alberello a dx prima dell’ultimo salto per evitare la conserva lunga sull’ultimo tratto della rampa.
Discesa in doppia dalla via con una prima doppia da 60m, un tratto in conserva ed una seconda doppia da 50m, tuttavia la guida consiglia discesa nel bosco con successiva doppia di 40 mt, ipotesi non verificata.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Bibliografia:
SPECCHI DI GHIACCIO - Andrea Gaddi
cinghial81
21/12/2018
3 anni fa
9 anni fa
Link copiato