Carra Saettiva (Roc du Preve) Salterelliamo Assieme + Folies Bergé

Carra Saettiva (Roc du Preve) Salterelliamo Assieme + Folies Bergé

Dettagli
Sviluppo arrampicata (m)
110
Esposizione
Sud
Grado massimo
5c
Difficoltà obbligatoria
4

Località di partenza Punti d'appoggio

Avvicinamento
Per l'attacco della Salterelliamo: da Merlo seguire la sterrata (palina palestra di roccia) sino al tornante, proseguire per sentierino che in breve raggiunge un ripido prato, salirlo verso le case soprastanti, oltrepassarle sulla sinistra e oltrepassare la sterrata, salendo lungo il successivo prsato a un altro gruppo di case con meridiana.
Passare anche queste a sinistra, raggiungendo un vago crestone boscoso che si risale lungo il fianco sinistro (tracce, ometti)sino a incontrare un bel sentiero che va verso sinistra con numerosi ometti. Seguirlo in leggera salita, e dopo una pietraia giungere al settore centrale della Carra Saettiva. Oltrepassare lo sbocco del canale che lo divide dal settore sinistro, oltrepassare sempre per sentiero una bassa paretina (al cui termine parte il canale che porta all'attacco di Folies Bergè), e arrivare a una placca con tettino in cui si vedono i fix.
Note
Il torrione di sinistra del Roc del Preive alla Carra Saettiva ha due vie chiodate: Salterelliamo assieme, chiodata a fix in stile alpinistico (molto lungo sul facile, molto corto sui passi più difficili, e Folies bergé, a spit da integrare, dal tracciato forse più bello ma con chiodatura ormai decisamente obsoleta, soste comprese. La combinazione proposta è il "meglio" che offre il torrione.
Roccia relativamente pulita considerata la frequentazione nulla, via discontinua ma tutto sommato non male.
Descrizione

L1: 5, forse 5c il passo chiave, sosta su grosso pino. Seguire a sinistra la cengia sino allo sperone di placche di L2
L2: Seguire i fix giungendo a sosta su catena (4c, uscita delicata). Salire qualche metro sopra la sosta e traversare a destra sino al fianco di uno sperone, dove si vede un fix, raggiungerlo, e salire prima in obliquo a destra poi dritto (5b). A fine tiro cordone marcio in clessidra, meglio andare oltre e sostare su un sorbo sul pendio erboso.
Traversare sul pendio a destra a un cengione. Salire la paretina sopra il cengione (4b, schiodato) raggiungendo una cengia obliqua a destra (che si può anche seguire sin dall’inizio), poi seguire gli spit (poco affidabili, possibile mettere qualcosa) sino alla S3 di Folies, moschettonarla e proseguire su L4 (per evitare di sostare sugli spit marciotti) e giungere a S4 di Folies, rinforzabile con un cordone su blocco.
Fine via, scendere per il pendio a sinistra (guardando a monte) lungo una buona traccia un po’ difficile da individuare.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
michele-motta
06/06/2013
7 anni fa
Risorse nelle vicinanze Mappa
Link copiato