Bersella (Punta) dal Ponte Romano per il Piano dei Francesi

Bersella (Punta) dal Ponte Romano per il Piano dei Francesi

Dettagli
Dislivello (m)
1800
Quota partenza (m)
779
Quota vetta/quota (m)
2363
Esposizione
Sud-Est
Grado
EE

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
Chi osserva da est la catena Quinzeina-Verzel, non può che non essere colpito dal profilo della montagna che appare come la “ Bella Dormiente”, con la testa formata dalla Punta Quinzeina Sud, la quota 2270 e la Finestra 2219 ed i fluenti capelli rappresentati dalle dorsali meridionali; mentre la Punta Quinzeina Nord e la Punta Bersella rappresentano il “generoso ventre”, il Piano dei Francesi sono le gambe e la Punta di Verzel i piedi.
Descrizione

Parcheggiata l’auto nella piazzola dopo aver attraversato il ponte romano, riattraversare il ponte ed incamminarsi sulla sterrata passando presso la casa Moja d’Giora ed altre baite lungo il percorso fin a giungere al termine della sterrata nei pressi del Rio Vernetti.
Attraversarlo ed iniziare a salire su sentiero, dopo pochi passi un bivio, prendere a destra, ometto in pietra, ed iniziare a salire la dorsale alberata toccando la baite Sota Inf., La Sota, baite senza nome ed infine Saler ormai fuori dal bosco ed a pochi passi dal pianoro di Vasivressa.
Arrivati al pianoro , salire a destra in direzione dell’evidente grande baita del Cavannone. N.B. questo tratto fin’ora descritto è denominato “Sentiero del Basilisco”.
Dal retro del Cavannone seguire il sentiero n° 911 in direzione S. Elisabetta fino al raggiungimento del Rio Gavia; piegare a destra su un tratto di sentiero e prato raggiungere baita quota 1510, deviare a sinistra e raggiungere le baite Cialma, poi salire a destra un canalino erboso, toccando le baite Draje e poco dopo le rovine dell’Alpe Gias.
Continuando la salita si raggiungono le Alpi Conca e Scarlone e sopra queste ultime si raggiunge il Piano dei Francesi. Seguire ora la cresta, sentiero con bolli di vernice rossa, ed in breve si raggiunge la sommità di Punta Bersella.
Discesa per la stessa via di salita. Si può pure scendere scavalcando tutta la cresta delle Quinzeine, scendendo poi la cresta est della punta sud puntando in basso all’Alpe Pias oppure al monolite Truc Saint-Jean per raccordarsi col sentiero di ritorno.
Con questa ultima possibilità occorre però mettere in conto che il tratto di cresta Bersella-Quinzeina Nord, pur essendo tracciato con bolli di vernice rossa, presenta almeno tre brevi passaggi di difficoltà EE/F e la discesa dalla punta Sud al Pias avviene in completa assenza di passaggio.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
MU Edizioni Carta della Valle Sacra
Bibliografia:
CAI-TCI Emilius Rosa dei Banchi
blin1950
19.06.2011
9 anni fa

Condizioni

Link copiato