Armetta (Monte) e Monte Galero da Caprauna, anello

Armetta (Monte) e Monte Galero da Caprauna, anello

Dettagli
Dislivello (m)
1171
Quota partenza (m)
1200
Quota vetta/quota (m)
1739
Esposizione
Varie
Grado
E
Sentiero tipo, n°, segnavia
Segnavia bianco/rosso e segnaletica verticale

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
La partenza avviene nei pressi della Cappella della Madonna Guarneri del XIII secolo, la gita si svolge su ampia dorsale molto panoramica, su sentiero e tratti di strada sterrata, quasi sempre a cielo aperto con pochi tratti boschivi. IL monte Galero ha due distinte cime dove c'è una croce su entrambe, quella ovest è la più recente e stata posizionata nel 2015 sulla cima est c'è invece il libro di vetta, ambedue recano incisa la stessa quota.
Con una deviazione di dieci minuti è possibile salire anche al monte Dubasso: di ritorno dal monte Galero giunti al colle San Bartolomeo si sale al monte Armetta, quindi compiendo un giro ad anello si passa dalla Colla Bassa poi dal Passo dei Sii e per comoda sterrata si ritorna alla partenza. Gita bella e appagante, per arrivare al Galero ci vogliono circa 4 ore e dallo stesso al monte Armetta circa 3 ore come scritto sulla segnaletica verticale, i chilometri sono circa 22 e il dislivello con le perdite di quota prese su OSM è di circa 1400 metri.
Avvicinamento
Uscita autostrada Albenga alla rotonda seguire le indicazioni per Garessio, arrivati al paese di Martinetto deviazione a sx indicazioni per Ormea e Caprauna, dopo il paese di Caprauna si incontra un tornante con una strada che conduce al Santuario Madonna dell'Assunta si prosegue per altri 1,7 chilometri ed al successivo tornante prestare attenzione perché circa 200 metri dopo sulla dx una segnaletica verticale indica il sentiero di partenza. Si può posteggiare al tornante o subito dopo la palina a bordo strada.
Descrizione

Subito alla partenza un cartello indica il monte Armetta e Madonna Guarneri, superata la Cappella dopo breve si arriva su una strada sterrata che si segue a dx, dopo circa 1 chilometro si incontra una deviazione a sx (è la sterrata di ritorno) si prosegue dritti verso il Colle di San Bartolomeo dove la segnaletica verticale indica la direzione ed i tempi.
Si sale il versante prativo ovest del monte Dubasso, quando il sentiero giunge all’ingresso del bosco di pini un cartello indica in 10 minuti la salita per la cima del monte; proseguendo si attraversa il bosco e si perde quota scendendo al colle del Prione, altra segnaletica verticale e dove il sentiero inizia ad essere più ripido.
Si sale la Costa del Prione una volta raggiunto il suo apice l’alta via ripiana transitando sotto il monte Fontanette (possibile deviazione) poi il sentiero perde un poco di quota arrivando ad un bivio dove inizia la ripida dorsale del monte Galero che transita accanto ai giganti di pietra e nel volgere di circa 40 minuti perviene alla deviazione della cima ovest, proseguendo verso est invece si arriva sulla cima ufficiale.
Ritornati al Colle San Bartolomeo la segnaletica verticale indica il monte Armetta ad 1 ora di cammino, si sale con una pendenza più regolare e non sostenuta, una volta raggiunta la cima si può ammirare un bel panorama tra i quali il monte Antoroto e la cima di Ormea. Ora si scende verso ovest fino alla Colla Bassa da dove seguendo il segnavia B/R si prosegue con indicazioni Rifugio Pian dell’Arma, quando il sentiero giunge su una strada sterrata vicino ad una baita la si segue, al bivio subito dopo si continua verso est proseguendo a sx e abbandonando l’indicazione per il rifugio, in circa 20 minuti si raggiunge la deviazione con la strada sterrata percorsa all’andata; in 25/30 minuti transitando dalla bella Cappella della Madonna Guarneri si ritorna al punto di partenza.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Cartografia:
IGC 1:50000 Albenga Alassio Savona
luciastrek
31/05/2019
2 anni fa
Link copiato