Adamello (Monte) Sperone Ovest (via Capelli-Drera-Pellizzari)

Adamello (Monte) Sperone Ovest (via Capelli-Drera-Pellizzari)

Dettagli
Dislivello (m)
2000
Quota partenza (m)
1584
Quota vetta/quota (m)
3539
Esposizione
Ovest
Grado
AD+

Località di partenza Punti d'appoggio
Rifugio Garibaldi

Note
Difficoltà: 600 m AD+ / III, IV con tratti di IV+ l'itinerario originale (+ 250 m, V, la variante d'attacco).
Materiali: NDA, friends e incastri vari, chiodi, ramponi e piccozza. Lungo la via la chiodatura è assente (eccetto 3 chiodi in tutto, nella parte superiore).
Attaccare la via molto presto per evitare le scariche di pietre nei pressi dell'attacco; lungo la via invece si è al riparo da pericoli oggettivi. Roccia generalmente più che buona.
Descrizione

Dal Rifugio Garibaldi seguire l’Alta Via n. 1 che scende alla diga del Lago Venerocolo, attraversa lo sbarramento e in breve conduce al Passo del Lunedì (o Bocchetta del Pantano). Oltrepassata la forcella, discendere nel canalino e iniziare a traversare verso l’imponente parete Ovest guadagnando quota per balze rocciose. Oltrepassare lo Spigolo Nord Ovest entrando nella Vedretta dell’Avio e raggiungere il suo margine destro chiuso dallo Sperone Ovest. Dalle rocce basali (2700 m ca, h 2.30/3 dal Rifugio) parte la variante d’attacco per la salita integrale (difficoltà V). Per l’attacco originale calcolare una mezzora in più: aggirare a destra la base e alzarsi fin dove la neve lo consente ed è più comodo attaccare (2800 m ca).

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
Storico:
Primi salitori: Egidio Capelli, Vittorio Drera, Gianmarco Pellizzari (13 luglio 1975).
Cartografia:
Carta topografica Tabacco n. 052 - Adamello, Presanella
Bibliografia:
Edo Balotti
fabrizioro
22.06.2020
2 mesi fa

Condizioni

Link copiato