Acuta (Punta) Canale Diretto E-NE

Acuta (Punta) Canale Diretto E-NE
La gita
abo
3 06/07/2024
Accesso stradale
Necessario auto alta o 4x4 per arrivare al park di fronte all'Alpe della Balma
Osservazioni
Visto valanghe a pera esistenti
Neve (parte superiore gita)
Primaverile/trasformata
Neve (parte inferiore gita)
Primaverile/trasformata
Quota neve m
2000

Partito dal ponte prima dell’Alpe della Balma alle 8.15, 20min di portage e si è alla neve (q. 2000m), che però presenta una interruzione da 2080 a 2150m: occorre spostarsi sulla dx, risalire il pendio di sfasciumi e quindi si imbocca una traccia (appena ripulita dagli alberi) che sale nel bosco di ontani fino al nevaio superiore. Da lì (q.2150m) sci ai piedi su neve continua, sempre ben portante e via via più liscia. Ho percorso il canale a sx della cima, ramponi da q.2700 e ultimi 100m a 45° (picca utile, sul 4.1/2 E1), un paio di brevi tratti un po’ stretti (3-5m). Neve sempre abbondante e solo due piccole rigole nella parte alta. Se si vuole andare in cima, dal colletto si prende una rampa rocciosa da dx a sx e poi per le famose “ormai facili roccette” (max II) si è sull’Acuta. Discesa iniziata alle 10.30 sotto le prime gocce di pioggia: in alto neve bellissima, estiva portante e mai collosa, pochissime pietre. Ancora molto bella fino a 2400, poi via via più coppellata e dura. Breve deportage di nuovo da 2150 a 2080m e poi ancora 80m di curve fino a fine neve, 15min di passeggiata e alle 11.15 ero di nuovo all’auto, fradicio per la pioggia ma soddisfatto.

Una neve così qui, al 6 luglio, con 20min di portage e 850m di sciata può mettere fine ad una stagione durata esattamente 8 mesi? Forse… Se non piove e non scalda troppo per qualche giorno potrebbe essere ancora meritevole (per irriducibili ovviamente).

Link copiato