mikrojinn


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Facile accesso a 25 minuti dalla macchina
Parete particolare.
Ottima riattrezzatura.
Con gli Smeraldi , assieme a Simona e Lore.
Ci siamo divertiti un sacco anche se eravamo in giornata di scarico.
tiri fatti dal gruppone:
6B : Rosa Rosae Rosis : scalda si , ma per lo più il braccio destro :)
6B : Terrore neghi occhi : scaldo particolare, con degli incastri divertenti. Fatto un po' di gioardinaggio per i posteri che verranno in futuro. Finale da capire sotto il masso staccato (ma messo in sicurezza con condini e resina)
6C+ : Ghosts'n goblins : particolare ... rotto , ma d'ingaggio mentale. A molti non piacerà, a me non è dispiaciuta.
7B : iperuranhio diretta : corta e boulderosa
6C+ : Type R : probabilmente una delle linee più belle e logiche del settore. Inizio tecnico e poi buconi.
7A+ : Al di la dei sogni. Prima parte tecnica, poi tettino strapiombante. Quindi resistenza e tacchette tutto assieme.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Lungo con la macchina, ma poi corto a piedi.
Falesia bellissima.
Solito Gneis granitoide di Borgone molto compatto.
Purtroppo un 23 Febbraio così caldo non era stato preventivato ... quindi i tentativi su Avanguardie sono stati un patema.
Cmq usato i friends che ci eravamo portati appresso sul 6a+ di scaldo (Y) e su un bel 6B+ (Crack Over).
Vai sul duro (7A+) non ha senso come linea. Nel senso che sono due tiri stupendi, ma fatti in un tiro solo la corda fa troppo atrito e sulla placca finale non ci si diverte troppo a giocare in placca con la corda che non sale. detto ciò si può dire che siano due linee distinte entrambe con un loro perchè e molto belle. Pourtroppo la roccia nasce come nasce e se ne frega dell'attrito delle corde :)
Fatto anche Impresa di Pulizie tra gli scaldi (6B) : davvero simpatico.
Denominatore comune di molti tiri : l'attacco boulder dei primi 2/3 spit.

Che dire... un ringraziamento enorme a Stefano & Mario per lo stupendo lavoro di richiodatura e pulizia.
Torneremo di sicuro per provare la king line con condizioni meteo più favorevoli e più consone al periodo dell'anno in cui siamo.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Un grazie a chi ha ripostato alla luce questo storico settore.
Con i soci siamo tornati a scalare a Vaioland più volte in quet'ultimo mese.
Falesia perfetta per l'inverno, protetta dal vento.
Gradi duri.
Unica nota : fare attenzione alla calata dalla catena del 6C a destra, piccola e molto arrugginita.
Ad oggi, 16/02/2020, andrebbe sostituita.
Per il resto, tanta roba potersi confrontare con questi tiri storici portati a nuova vita.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Tornato per chiudere qualche tiro che non avevo ancora fatto.
Tra cui ovviamente Avanà, che mi porto a casa montandomelo e con non poco male ai piedi.
Ma il tiro più bello della giornata per me è Caio Ken. come mi aveva anticipato il chiodatore (sempre sia lodato).
La roccia mi sembra più pulita del solito. Forse è la pioggia che porta dall'alto quel velo di terriccio dall'alto quindi, che in passato mi ha dato un po' di fastidio.
Vabè, dovrò tornarci comunque visto che qualche tiroancora mi manca, anche se diciamo che il più è fatto :)
Grazie ancora a chi ha ottimamente chiodato questo piccolo angolo tranquillo di ... dannatissima placca :D
Che forse non sarà più di moda, ma a noi che ci interessa delle mode?
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: Elogio della pigrizia :D
Ogni tanto è bello arrivare in falesia camminando 1 minuto dal parcheggio.
Scaldo su un paio di 6A+ ed Corvo Giallo 6C+. Poi pensavamo di essere belli caldi ... ed invece Sauta al disco (7B+) ci ha cartellati.
Come tutti i tiri centrali partenza violentissima in stile boulderistico su scave e sikkate (una pure rotta).
Per me che sono un placchista/crackista è stato un massacro.
Ma è anche bello scalare su cose non congeniali.
Voglio dire ... mica si può sempre vincere facile , no?
Vabè , ora ho un conto in sospeso con questa falesia dove negli anni di tanto in tanto torno.
Però un sacco di divertimento con i soci della compagnia degli Smeraldi (Oggi presenti Nick, Lady Lisa & Re Cornelio I).
Star della giornata una cagnona bianca (Maya) di un climber ed un gatto rosso local (Arturo) che hanno monopolizzato la giorna con il loro giocare a "cane e gatto" :D
Presente anche Gù dell'UGET di Torino. E fa sempre piacere vedere un volto amico che non vedevo da un po', alla sua ripresa post-infortunio.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Il sole bacia la roccia fin verso le 5 pm.
Oggi alcuni tiri erano un po' umidi ma tutto scalabile il che direi che è ottimo visto tutta la pioggia dei giorni precedenti.
Se ci torno così spesso ci son svariati motivi.
Dalla vicinanza a Torino ,all'avvicinamento corto, ai tiri che mi divertono sempre.
E poco importa che non siano lunghissimi.
Oggi con Sara, Mattina & Javier.
La richiodatura di Salamandra mi piace un sacco, anche se dal penultimo all'ultimo rinvio, se si va dritto ... non è certo un 6A.
Ma che importa. E' divertente e tanto basta.
Arrivati tardi, e c'era molta gente.
Ci siamo scaldati all'Oasi dei Castagneti dove c'erano pure Dario Puk e Roberta sul mitico Primavera Atomica.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Facile accesso a 15 minuti dalla macchina
Roccia solida , falesia con fessure di media difficoltà mai banali.
Sicuramente un posto da visitare se si ama il TRAD.
non avendo troppo tempo ed essendo in tre abbiamo fatto un paio di tiri semplici per scaldarci per poi passare ai 6C+.
Tiri particolari non solo di incastro, ma anche di lettura e movimento.
Oltre a noi due ragazzi e nessun altro.
Un grazie a chi ha attrezzato le soste e pulito la base.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Scalato sui 3 tiri di Re di Caprie.
Via con roccia bella e pulita se si conta che è stata attrezzata da pochissimo.
Passaggi tecnici , ma mai difficili e chiodatura a prova di novelli.
Sosta intermedia del 3° tiro (quella con i due spit senza maillon e non congiunti) non utilizzata.
Soste comode.
2 calate rapide
Si spera sia solo la prima delle vie lunghe di Eriador.
Sempre un piacere il fresco di Eriador per il dopo lavoro estivo arrivando da Torino.
Umido, certo , ma non si frigge.
Complimenti ai chiodatori , come sempre!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Facile avvicinamento 5 minuti dalla strada
Via fantastica. Diciamo che i primi 9 tiri hanno un tipo di gradazioen che poi cambia totalmente negli ultimi 3 (che dovrebbero essere quelli aggiunti per permettere di raggiungere la sommità della partere dei Militi e scnedere comodamente a piedi)
Roccia buona, se si toglie l'ultima lunghezza, davvero brutta e chiodata in modo forse discutibile.
Ma tutto il resto dei 350 m del Diedro Giallo è davvero bellissimo.
Il tiro più bello probabilmente il 3°, ma anche il 5° molto bello.
Oggettivamente i passaggi di 6B sono davvero facili, mentre la terzultima lunghezza, è un 6A che non molla fino alla fine. L11 un 5° esposto non banale.
Noi siamo saliti in 3. Saqliti bene e veloci.
Dietro di noi una coppia che ... molto intelligentemente son voluti partire subito dopo di noi e poi pretendevano che facessimo attenzione a non far cadere pietruzze dalle cenge ... quando in tutte le relazioni è scritto e riscritto che è da cretini partire dietro ad un'altra cordata.
Amen.
Purtroppo la montagna pullula di gente che non ha voglia di svegliarsi unora prima o di aspettare un'ora poi.
Il rientro è lungo ma piacevole e porta dritti dritti ai rifudi dei Magi e 3° Alpini.
E per chi ha voglia ... giretto al Lago Verde.
Giornata senza un minimo d'aria , molto assolata, ma non abbiamo mai sudato. Però un po' di scottatura è arrivata ai due soci.
Che dire , non è detto che non torni a fare questa bellissima contornata da un panorama da favola.

Nicholas inizia il viaggio

Il panorama visto da Carlo

Io su L3, a parer mio il tiro più bello di tutta la via.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Facile accesso a 10 minuti dalla macchina
Falesia dura , fantastica in estate , che si spera che non venga ridotta a cava come dicono i rumors degli ultimi mesi.
Un oceano di scave. Però il posto è bello. I tiri duri e gradi, soprattutto su quelli bassi (fino al 6C+) non regalati.
In una torrida giornata in cui eravamo finiti a Bosco a causa di un amico di amici deficente quanto basta, abbiamo salvato la giornata correndo alla Falesia di Luca,
Davvero una rivelazione.
Mi domando perchè non ci sia andato prima. E spero davvero che non venga resa una cava ... perchè falesie estive così non se ne trovano tante.
Torneremo presto !