Ecot (Dent d') quota 3080 m Canale dell'Ecot

La gita

sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante

note su accesso stradale :: OK

quota neve m. :: 1400
La Gura è sempre un posto magnifico, selvaggio, isolato..Partiti per fare un canale sulla costiera della Monfret e appurato che non c'era più dopo 1300 m di sgambata, continuiamo a salire fino al dosso dove sorgeva il vecchio bivacco Rivero. Ed ecco che si palesa davanti a noi un bellissimo canale a sx della cresta della Dent d'Ecot e a dx della Sella di Groscavallo..Verso 2600 m mettiamo i ramponi e saliamo fino a 3030 m sotto uno scudo di roccia. Fin qui difficoltà di circa 4.1. Poi il canale gira e si impenna decisamente..la neve è sempre più dura. A quota 3080 fermiamo gli sci. Il canale è sempre più stretto e suggestivo..proviamo a fare a piedi gli ultimi 50 m ma una placchetta di neve ventata e una fastidiosa piccola bufera che toglie visibilità, ci fanno propendere per inforcare subito gli sci dopo 1900 m di dislivello di sgambata. Primi 50 m ripidi e gelatissimi (scesi con picca in mano) poi molla decisamente..neve dura ma con grip..peccato solo per la visibilità. All'ex Rivero decidiamo di scendere a sx per prendere più in basso il canale del Daviso. Neve non male, noi ci siamo divertiti. Se scalda un pò sarà sicuramente meglio secondo me. Scieremo fino a 1420 m (quindi solo 200 m di portage). Stradina finale rapida e innevata. Solo noi e due camosci che si rincorrevano in questo luogo aspro, solitario, selvaggio, primordiale. Ma immensamente bello. Valli di Lanzo sempre al Potere!

Gita caricata il 19/01/20

Le foto

Descrizione completa dell'itinerario