Emilius (Monte) da Pila, traversata a Grand Brissogne

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti

neve (parte superiore gita) :: crosta portante

neve (parte inferiore gita) :: umida

quota neve m :: 1700

attrezzatura :: scialpinistica

Molti di noi pensavano a questa splendida traversata da parecchi anni. Perciò quando è nata l'idea, nessuno si è tirato indietro...
Chissà il meteo , in questo maggio pazzerello? chissà le condizioni? Ma la fortuna aiuta chi osa. Andiamo a vedere!
La solita sveglia disumana alle 3.00. Arriviamo a Pila alle 6. C'è rigelo, cielo sereno. Un friccicorino inizia a sollecitare le nostre menti addormentate. Neve dal parcheggio sulle piste. La gita è lunga, quindi partiamo ad un buon ritmo. Cerchiamo di non perdere tempo. In breve passiamo il col Chamolè e scendiamo al lago. Bellissimo l'ampio vallone di salita. La neve sembra buona. Prima di raggiungere il colle dei tre Cappuccini ci attira un canale che sembra scendere dalla cima. Ci sono due tracce di discesa. Decidiamo di salirlo per vedere com'è . Speriamo di scendere con gli sci dalla punta. Sbuchiamo sul crestone e quindi in breve siamo in punta. Grande soddisfazione . Sono le 11.30 ca. Calziamo gli sci e scendiamo il bellissimo pendio/canale sud-sud ovest. Neve ottima! Firn cotto, grippante. Ululati. Attenzione: ricordarsi a 3370 mt di tagliare a sinistra. La discesa dai Cappuccini sembra ostica. Preferiamo scendere a 3000 mt e risalire al colle d'Arbole. Lì la decisione finale: traversiamo tentando l'avventura o torniamo su Pila? Traversiamo!! I terreni e la neve non sono perfetti, ma lo spettacolo e il senso di isolamento sono meravigliosi. Arriviamo con gli sci fino a 1650 mt, tenendo il lato sinistro orografico del vallone, sciando sulla slavina, neve mista a terra. Di qui 300 mt su sentiero. Siamo a Larp alle 15.30. La nostra buona stella ha voluto che il nostro amico Ginger fosse ad Aosta con un furgone, e soprattutto che avesse voglia di venire a recuperarci. Grazie ! Alla fine ripartiamo da Pollein alle 18... Giornata piena.
Un bel gruppo agguerrito oggi: Il Caro Padre Orfeo, il grande KuKatz, col fido Gabriele, Fabri, forte e saggio, neo pataccato, Zio Enri, tostissimo oltre che bellissimo, Erni, che, se non ci fosse Al, sarebbe il migliore e Al, che lo è!

Gita caricata il 13/05/18

Le foto

Arrivo al col Chamolè al sole
Sotto il colle tre Cappuccini
Dallo stesso punto uno sguardo al vallone di salita
Piccoli uomini, grandi montagne
Risalita al col d'Arbole
Il versante sud-sudest ripreso dal col d'Arbole. Verde salita, blu discesa. A dx il colle tre Cappuccini.
Dai pressi del lac Long, l'Emilius sembra quasi un vulcano oggi
Lac d'en bas de Laures e bivacco Menabreaz
Splendido affacciarsi sulla valle centrale in veste primaverile!
Dalla A5. Finalmente è nostro! Siamo scesi sulla lingua di DX.
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1860
quota vetta/quota massima (m): 3559
dislivello totale (m): 2000