Gias dei Laghi (Testa), anticima SO q. 2701 Sperone SO, Ghibaudo-Giraudo

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Bella via, con difficoltà contenute ed inserita, come quasi tutte quelle della valle, in un ambiente davvero "rilassante" ed unico.
Probabilmente la parte peggiore è quella di L2 che obbliga al traverso su cengia erbosa, che se effettuato al mattino presto e con presenza di rugiada, è abbastanza delicato.
Confermo la presenza di tratti lichenati, che però non disturbano più di tanto.
Molto bello l'ultimo tiro verticale in un lungo camino, con bei movimenti.
Alla ricerca di una via inserita in ambiente plasir, abbiamo dovuto fare i conti con una coppia di francesi che ci ha preceduto di poco e che era impegnata sul primo tiro della via "62 anni e non sentirci" (che è subito a dx della nostra).
La lei in questione ci ha accolto con un ghigno beffardo ed al grido di "..ils font la vie plus facile.." si è apprestata a raggiungere il compagno alla sosta.
Peccato che da qui in avanti sono stati solo più insulti, urla, capricci, parolacce e chi più ne ha più ne metta...
Il compagno, imbarazzatissimo, ha così deciso da S1, di deviare sulla NOSTRA VIA PIU' FACILE..ma la situazione non è cambiata...anzi, il traverso su erba bagnata è stato allucinante, con l'educata signora che tra un grido aquilino e l'altro ha fatto avanti e indietro più volte, salvo poi essere recuperata a forza su S2...
Il tutto mentre noi allibiti eravamo già pronti a calarci e cambiare completamente meta!!!

Alla fine una sosta lunga ben più di mezz'ora ci ha permesso di distanziarci parecchio dai predecessori e di recuperare in parte la poesia ricercata, con il suono dei campanacci delle mucche a fare da contorno ad un quadro con come sfondo il Santuario di Sant'Anna di Vinadio.
Con Fabrizio


Gita caricata il 09/09/14

Le foto

...la parete dove si svole la salita
Primo tiro
L4
partenza per L5
Testa Gias dei Laghi
lo sperone SO
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: D- :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 2200
quota vetta (m): 2701
dislivello complessivo (m): 550