Bianco (Monte) Traversata Aig. Du Midi - Grand Mulets discesa versante N

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 3613
quota vetta/quota massima (m): 4810
dislivello totale (m): 1500

copertura rete mobile
wind : 100% di copertura

ultima revisione: 21/01/10

località partenza: Chamonix-Mont-Blanc (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Refuge Cosmiques e Grand Mulets

note tecniche:
E' importante avere notizie affidabili sulle condizioni del percorso. Il percorso in salita comporta il trasporto degli sci in spalla per la gran parte del percorso.
Superato il col du Mont Maudit non e' conveniente tornare indietro per le risalite presenti.
E' possibile sempre in fuzione delle condizioni della crepaccia terminale scendere prima di raggiungere il Mur de la Cote e raggiungere il Grand Plateau tenendosi molto a dx.

descrizione itinerario:
SALITA:
da Chamonix si sale in funivia alla Aiguille du Midi (3843m). Si scende al Rif. des Cosmiques (3613m). Da qui si scende leggermente sotto al rifugio verso il Col du Midi e si prosegue in direzione del Mont Blanc du Tacul risalendo il pendio ripido detto Epaule du Mont Blanc du Tacul che porta ad una quota di circa 4130m e si prosegue in direzione del Col Maudit (4035m). Tenersi a sx secondo le condizioni del ghiacciaio e raggiungere il col du Mont Maudit (4345m). Nell'ultimo tratto ghiacciato sulla verticale del colle e' presente anche un corda fissa. Con un lungo traverso esposto su seracchi grandiosi scendere in direzione del colle della Brenva (4303m) con attenzione ai crepacci. Senza raggiungere il colle e con attenzione alle cornici raggiungere l'evidente Mur de la Cote. Si tratta di un pendio di ghiacco le cui condizioni a volte possono anche compromettere la salita alla cima. Superato il muro si giunge ad una quota di circa 4450m proseguire verso l'evidente cima per pendi innevati.

DISCESA:
dalla vetta ridiscendere in direzione del Mur de la Cote poi piegare a sx (guardando verso valle!) per imboccare il versante N ed aggirare i primi grandiosi seracchi. Il percorso puo' variare in funzione delle condizioni dei seracchi e dei crepacci, la pendenza puo' arrivare ad un massimo di 40gradi, un paio di passaggi obbligati sono presenti, importanti sono le condizioni della crepaccia terminale prima di raggiungere il Grand Plateau.
In questo tratto si transita sotto il tiro di enormi seracchi per cui e' bene non starci sotto per troppo tempo. Raggiunto il Grand Plateau a 4100m circa si raggiunge il percorso di discesa normale in direzione del Rifugio dei Grand Mulets (3057m).
Da qui si attraversa la ben nota Jonction, il ghiacciaio martoriato da seracchi e crepacci in direzione della vecchia funivia. Sempre in diagonale proseguire in direzione della stazione della funivia a Plan de l'Aiguille (2310m)