Fandaglia (Torrente) da Rocca Canavese, anello tra le vaude

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero CAI 466
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 500
quota vetta/quota massima (m): 500
dislivello salita totale (m): 200

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ftibone
ultima revisione: 29/01/17

località partenza: Case Belgiovanni (Rocca Canavese , TO )

note tecniche:
Un anello di saliscendi tra le vaude, nella valle incantata del torrente Fandaglia. Punti notevoli: l’antico mulino, la sorgente della Roc ‘d l’Agia, la vista sulle montagne delle Valli di Lanzo, l’antico torchio in Vauda di Rocca.

descrizione itinerario:
Dal pilone votivo di Case Belgiovanni si scende a destra attraverso i boschi fino al mulino Bertetto, dove si guada il torrente Fandaglia. Si prende poi subito a destra il breve sentiero che porta alla fonte della Roc ‘d l’Agia; da qui si risale verso sinistra il ripido versante nord-est del Bric Frera, emergendo sulla strada sterrata che costeggia a est la collina.
Prima di arrivare all’asfalto si prende a sinistra l’ampio sentiero erboso che oltrepassa il cimitero di Benne e poi costeggia campi coltivati e filari di vite fino alla borgata Vauda di Rocca.
Si attraversano su asfalto le case finché a destra, sotto una tettoia aperta, si vede il gigantesco tronco inclinato di un antico torchio per l’uva. Qui a sinistra parte la sterrata in discesa che riporta fino al torrente Fandaglia.
Lo si guada e si risale poi verso sinistra, fino al bivio della Grangia Fret dove, continuando a sinistra, si risale fino alle Case Belgiovanni.

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale