Giro del Paradiso da Folgaria

sentiero tipo,n°,segnavia: 7
difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1170
quota vetta/quota massima (m): 1609
dislivello salita totale (m): 491

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Alpe Cimbra
ultima revisione: 22/11/16

località partenza: Folgaria ovest - Fine Via del Parco (Folgaria , TN )

accesso:
Il percorso che conduce in località Paradiso prende il via da Folgaria ovest (1170 m) e sale il versante orografico sinistro della profonda e selvaggia Val di Gola, seguendo quella che fu una strada militare della Grande Guerra, appositamente costruita nel 1915 - 1916 per permettere al principe ereditario Carlo d'Asburgo si seguire da postazioni di sicurezza la grande Offensiva del maggio 1916.
Oggi la strada, a tratti franata e trasformata in sentiero, permette di raggiungere l'area pascoliva del monte Cornetto offrendo stupendi panorami sulla Val Lagarina, il sottostante Castel Beseno, sulle guglie del monte Spizzom (su cui nidificano le aquile) e naturalmente sulla Val Gola.

note tecniche:
Anticamente la parte pascoliva del monte Cornetto (1610 m di quota) era conosciuta come Malga Cornetto di fuori. Paradiso è una denominazione che risale agli anni Sessanta, all'epoca in cui l'ampia area pascoliva era stata trasformata nella principale area sciistica di Folgaria, raggiungibile tramite una cabinovia che la collegava direttamente al paese. E' punto di approdo e di ripartenza per la tradizionale escursione al Bècco di Filadonna (SAT 425).

descrizione itinerario:
Si parte da Folgaria ovest, dalla fine di Via del Parco, punto di partenza del percorso SAT 425. Ci aspetta subito una discreta salita, di circa 300 m, dopo di che il percorso si fa più dolce e prende a salire il versante seguendo l'ex strada militare. Vale la pena soffermarsi al punto panoramico (panchina) affacciato sulla valle.
Si sale seguendo i tornanti della carrareccia, che a un certo punto scompare (c'è una deviazione che porta sul versante nord del monte Cornetto); seguiamo piuttosto le indicazioni segnaletiche del tracciato che progressivamente, in un bell'ambiente forestale (abeti, pini, larici, arbusti), ci porta fino in prossimità della destinazione; una modesta deviazione, in prossimità di località 'Fortini' (resti della prima guerra mondiale, ci fa scollinare sui pascoli della ex malga, ora dominati dalla struttura a chalet dell'Albergo Rifugio Paradiso, normalente aperto durante la stagione invernale ed estiva.
Passando accanto all'albergo vale la pena salire ancora per qualche metro fino alla chiesetta di S. Vigilio e al punto panoramico che si affaccia sulla Val di Gola. La vista è veramente ampia ed emozionante. All'orizzonte il profilo maestoso del Gruppo dolomitico del Brenta e dei ghiacciai dell'Adamello e della Presanella.
Per il rientro seguiamo ancora i segnavia e, anziché tornare per il percorso dell'andata, scendiamo rapidamente a Folgaria seguendo per un breve tratto il tracciato dell'ex pista da sci, quindi deviamo a destra per una stradina forestale che attraversando un rigoglioso bosco di abeti ci fa scendere rapidamente a valle passando per località Rìndele, fino ad approdare a Folgaria, in prossimità del rione Ponte San Giovanni.