Giro del Rosspach da Folgaria

Giro del Rosspach da Folgaria

Dettagli
Dislivello (m)
259
Quota partenza (m)
1000
Quota vetta/quota (m)
1259
Esposizione
Nord
Grado
T
Sentiero tipo, n°, segnavia
9

Località di partenza Punti d'appoggio

Note
I coloni tedesco-cimbri che raggiunsero la montagna di Folgaria tradussero alcuni dei toponimi già presenti in zona, tra questi il nome del torrente Rio Cavallo, che in cimbro divenne Rosspach. Il torrente Rosspach è un rigoglioso e vivace torrente che scende l'omonima valle e che si getta nel fiume Adige. Il percorso, avvolto da una fitta foresta di abeti rossi, ci porta a fare la sua conoscenza. E' adatto anche a famiglie con bambini +6/8 anni.
Avvicinamento
La bellezza di questo percorso sta nel suo aspetto naturalistico, storico e religioso. Ci porta infatti nell'alta valle del Rio Cavallo, nell'alveo del torrente Rosspach, poi ci fa risalire sull'altopiano portandoci al villaggio di Francolini (anticamente noto come Vallorsara) e, per comoda strada sterrata, al Santuario della Madonna delle Grazie (XVI sec.). Ci fa infine rientrare a Folgaria, da est, percorendo la bella e comoda strada della Via Crucis.
Descrizione

Lasciato il centro di Folgaria percorriamo Via Trento (parcheggio di fianco al cimitero militare), raggiungiamo la strada statale 350, la percorriamo per qualche decina di metri svoltando a sinistra e, di fronte al distributore di benzina, la attraversiamo (attenzione) e scendiamo la stradina rurale della Longanorbait.
Passiamo accanto al maneggio Longanorbait, ci immettiamo nuovamente sulla strada statale, la percorriamo per qualche decina di metri (con la dovuta attenzione) e, seguendo le indicazioni, svoltiamo decisamente a sinistra immettendoci nella strada forestale della Gon. Oltrepassiamo il torrente Rio Cavallo – Rosspach, proseguiamo oltre per la forestale e dopo circa 300 m svoltiamo a sinistra salendo la carrareccia che taglia trasversalmente il versante e che ci porta a monte.
Raggiungiamo in seguito la strada provinciale Folgaria – Serrada, la oltrepassiamo, raggiungiamo l’abitato di Francolini e, proseguendo, giungiamo al Santuario della Madonna delle Grazie. Proseguiamo per la stradina che in media discesa scende il colle di Ecken e che ci riporta a Folgaria paese.

Proponi una modifica all'itinerario
scrivendo a redazione@gulliver.it
alpe-cimbra
22/11/2016
Link copiato