Gran Miol (Punta del), cima Sud Parete Est, Canale a Y, ramo sx

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1912
quota vetta (m): 2995
dislivello complessivo (m): 1100

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: m.gulliver
ultima revisione: 18/11/15

località partenza: Valle Argentera (Sauze di Cesana , TO )

punti appoggio: A. Planes

cartografia: Fraternali 1:25000 n.2 Alta Valle Susa Alta Val Chisone

note tecniche:
Il Gran Miol è una montagna nascosta, al fondo della Valle Argentera, fra i valloni del Val Lunga e quello del Gran Miol. Il versante orientale, invisibile fino all'ultimo, è inciso da un canale a forma di Y con un ramo sx molto incassato orientato a NE e uno dx più aperto orientato a SE. I due rami terminano rispettivamente nei pressi della cima sud m 2995 e della cima centrale m 2989. Questi canali sono difficilmente osservabili da punti lontani, in particolare il sx si vede completamente solo dai pressi della P.ta Vergia.
Vista la lunghezza della Valle Argentera questo itinerario è consigliato solo quando si raggiunge il punto di parcheggio in auto.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio Montenero poco prima dell'Alpe Planes, parcheggiata l'auto, salire all'Alpe Planes, quindi proseguire nella Valle Lunga sino a quota 2550 m circa dove si apre il circo terminale. Abbandonare ora il fondo del vallone per salire a dx (sx orografica) in direzione della base del versante orientale del Gran Miol. Individuato il conoide, entrare nel canale e seguire il ramo di sx, che dopo la biforcazione diventa più stretto e ripido, fino all'uscita ad un colletto della cresta SE. In totale sono 200 m abbondanti di canale con pendenze di 40/45°. Non resta che salire l'ultimo tratto di questa, seguendo il filo, per rocce non sempre solide, ma non difficili.

Discesa:
Varie possibilità: a) dal canale e dal percorso di salita; b) dal versante O verso l'Alpe del Gran Miol da dove si segue verso N la strada e il vallone omoninmo; c) attraversando verso N fino alla cima centrale (costeggiare il filo di cresta sul lato ovest) e quindi scendendo il versante NNO fino al fondo della Valle Lunga dove si ritrova il percorso di salita.