Grammondo (Monte) anello da Menton

difficoltà: OC / BC / S4   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota vetta/quota massima (m): 1378
dislivello salita totale (m): 1500
lunghezza (km): 31

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: baloo
ultima revisione: 21/06/13

località partenza: Mentone (Menton , 06 )

punti appoggio: Mentone, Latte, Villatella

accesso:
Posteggio al porto di Menton Garavan

note tecniche:
ottima anche se faticosa la salita da Latte per il versante italiano. Bella , panoramica ma poco ciclabile la salita da Mortola Superiore verso il Monte fuga (parecchio portage anche se molti tratti sono belli e ciclabili ... meglio piuttosto farla a scendere)
Ottima appunto la discesa verso il Fuga su tutto il versante italiano fino in fondo ( tutta da fare in sella anche se tecnica).
Molto ostica la discesa nel vallone del Roc de l'Orme (molto ma molto tecnica, con parecchi punti in cui si scende dalla bici), da provare quelle nel versante francese verso Castellar ( da relazioni dei francesi pare sia molto bella).

descrizione itinerario:
Posteggio al porto di Menton Garavan , si prende il lungomare e proseguendo verso ponte San Ludovico si va a impattare in un ottimo sentierino con vista su belle spiagge e tutto bello e ciclabile , che prende quota e torna sull'asfalto passando il ponte sulla ferrovia attraversando Corso Francia e poi Corso Mentone .
Se si prosegue verso l'Italia si sale per Latte sulla via classica ( sicuramente la più sensata per la salita) e passando per Sant Andrea, Villatella senza possibilità di errore si arriva al Grammondo.
Se invece si sale a sinistra verso Mortola Superiore si finisce sul sentiero che sale passando per il Monte Fuga che è bellissimo ma sicuramente più adatto alla discesa ( che è bella e tecnica ma tutta ciclabile) .
Dal Grammondo altra alternativa è scendere oltre l'ultima croce (di ferro) andarsi a fare un giretto e magari salire al Rasete poi buttarsi giù sul versante francese sino a Castellar per "plonger"alla fine nel mare di Menton a rinfrescarsi.
Per le alternative che ci sono (quelle descritte prima) sconsiglierei la terza che è quella che scende nello scosceso e ripidi vallone de Roc de l'Orme anche se è segnata VTT.

altre annotazioni:
il sentiero che sale verso il fuga è stato percorso dagli esuli Ebrei che scappavano dall'Italia e poi scendevano ad Olivetta .