Helsenhorn da Alpe Veglia

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1723
quota vetta/quota massima (m): 3279
dislivello totale (m): 1600

copertura rete mobile
tim : 40% di copertura

contributors: gabriele63
ultima revisione: 15/06/13

località partenza: Alpe Veglia (Varzo , VB )

punti appoggio: Rifugio Città di Arona

cartografia: CNS Foglio N. 1290

accesso:
Durante la stagione invernale e fino a primavera inoltrata l'Alpe Veglia è raggiungibile dal Passo del Sempione attraverso la Bocchetta d'Aurona. Ad inizio estate o quando viene sgomberata dalla neve la strada carrozzabile è possibile raggiungere l'Alpe Veglia salendo da Varzo e raggiunto San Domenico proseguire fino a Nembro dove è possibile lasciare l'auto a Ponte Campo 1319 e proseguire a piedi per l'Alpe Veglia lungo la carrozzabile.

note tecniche:
Gita da effettuarsi con neve assolutamente sicura, ben assestata e con canali e pendii scaricati, l'itinerario che si percorre è interessato dalla caduta di valanghe.

descrizione itinerario:
Dall'alpe veglia dirigersi alla località La Balma, da qui con direzione ovest nord-ovest, dirigersi verso pian du scricc costeggiando il Rio Frua.
Dal Pian du scricc dirigersi con direzione nord-est verso il Pian d'erbioi e successivamente con direzione est nord-est dirigersi verso le caldaie senza raggiungerle, ma puntare ad un canale moto ripido (da percorrere solo se già scaricato!) in direzione nord situato a circa 400 m dalla bastionata della cima delle Piodelle.
Imboccare il canale e proseguire con gli sci fin dove possibile. Quindi togliere gli sci e risalire il canale sempre più ripido fino a che la pendenza cala ed il canale sbocca su un pendio che si allarga, rimettere gli sci e dirigersi con direzione est per 200 m verso l'Helsegletscher.
Raggiunto il ghiacciaio proseguire in direzione nord prima ed est nord-est poi fino ad arrivare al lembo orientale dell'Helsegletscher. Da qui con direzione nord-ovest traversare il ghiacciaio puntando verso la vetta fermandosi nel punto in cui il pendio diventa più ripido. Qui abbandonare gli sci e risalire a piedi il ripido pendio fino ad arrivare in cresta ad un centinaio di metri dalla vetta, proseguire quindi sulla cresta fino a pervenire alla vetta.