Sasso Cavallo - Sasso della Croce dall'Ospizio Santa Croce

sentiero tipo,n°,segnavia: 7
difficoltà: EEA   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 2045
quota vetta/quota massima (m): 2907
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: leviedeinonni Andrea81
ultima revisione: 25/07/12

località partenza: Ospizio Santa Croce (Badia , BZ )

punti appoggio: Rifugio Ospizio Santa Croce

cartografia: Tabacco 07

accesso:
Autostrada A22 del Brennero, uscita Val Gardena, si risale la Val Gardena e si scollina in Val Badia attraverso il Passo Gardena. Si raggiunge Corvara e si svolta a sinistra, superando la Villa e giungendo a Badia. Qui a destra si raggiunge Pedraces e si seguono i cartelli per gli impianti di risalita del Sasso della Croce.
Arrivando dalla Val Pusteria, si seguono le indicazioni per la Val Badia fino a Badia e quindi Pedraces.

note tecniche:
Naturalmente è anche possibile partire direttamente da Pedraces senza utilizzare la seggiovia, ma in questo caso il dislivello e i tempi di salita si allungano notevolmente.
Utilizzando la seggiovia bisogna tenere conto che la prima corsa è alle 8.30 mentre l'ultima dall'Ospizio della Croce è alle 17.15.
Il percorso per la Forcella della Croce è parzialmente attrezzato con cavi e gradini metallici (utili ma non indispensabili), mentre alcuni punti del sentiero sono abbastanza esposti e su terreno infido ricoperto di detriti, dove non sono presenti cavi. E' quindi un itinerario che richiede esperienza e passo sicuro. Inoltre è altamente sconsigliato in caso di terreno umido o peggio verglassato (tenere conto che la prima parte del percorso è rivolta ad ovest e prende il sole molto tardi).
Il set da ferrata non è indispensabile, ma potrebbe essere utile per principanti.

descrizione itinerario:
Dalla forcella si prosegue verso sinistra, percorrendo il comodo sentiero che sale in direzione nord verso l'evidente cima del Sasso Cavallo. Inizialmente il sentiero è piuttosto dolce e sale per terrazzini di erba e massi, poi in corrispondenza delle pendici del Sasso Cavallo questo diventa più ripido e detritico. Si prosegue a mezza costa tagliando il versante della montagna fino ad un bivio (cartello). Tralasciata la traccia che prosegue dritta verso il Sasso delle Dieci, si devia a sinistra iniziando una breve ma faticosa risalita a serpentine fra massi e ghiaia, sino a toccare senza difficoltà la cima con la grossa croce di vetta a picco sulla Val Badia.
Ritorno per lo stesso itinerario.