Valtendra (Passo di) da Ponte Campo. traversata Alpe Veglia-Alpe Devero per la Scatta d'Orogna

sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero segnalato
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1316
quota vetta/quota massima (m): 2461
dislivello salita totale (m): 1300

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: adrimiglio
ultima revisione: 20/07/12

località partenza: Ponte Campo (Varzo , VB )

punti appoggio: Vari rifugi

cartografia: C.N.S. Helsenhorn n° 1290 1:25.000

note tecniche:
La traversata Veglia-Devero è sicuramente una delle escursioni più belle ed interessanti che si possono percorrere in Val d’Ossola, grazie all’ambiente spettacolare che s’incontra sul percorso.
Presenta uno sviluppo di 19 Km e un dislivello complessivo di 1300 m, il tempo di percorrenza è di circa 6,5/7 ore pause incluse.
Adatta a tutti gli escursionisti, ottima la segnaletica, sentieri in buono stato.

Come arrivarci: percorrere la superstrada del Sempione ed uscire allo svincolo di Varzo, entrare in paese e seguire le indicazioni San Domenico, giunti alla stazione sciistica proseguire la discesa sul versante opposto fino a Nembro (Ponte Campo) parcheggio a pagamento.
Predisporre inizialmente un’auto a Devero per il successivo recupero a San Domenico.

descrizione itinerario:
Da Nembro (1319 m) si attraversa il ponte sul torrente Cairasca e s’imbocca il sentiero che corre tra le staccionate nel prato, fino a sbucare sulla gippabile che sale su forte pendenza fino alla Cappella del Groppallo. Proseguendo su terreno pianeggiante si accede alla conca dell’Alpe Veglia,
dove si segue la prima indicazione a dx (Alpe Devero) che invita a guadare il ponticello.
Seguendo la traccia nel pascolo si arriva alla Balma, qua abbiamo due possibilità: la prima consiste nell’aggiramento a sx del Croppo d’Argnai raggiungendo Pian du Scricc e successivamente Pian Saas Mor, mentre la seconda consiste nell’attraversamento del prato dietro le baite passando a dx del Croppo d’Argnai eludendo quindi il Pian du Scricc, salendo direttamente al Pian Saas Mor (fontana).
Ora si affronta il tratto più ripido dove è concentrato il maggior dislivello, che riguarda l’ascesa al P.so di Valtendra (2431m), sentiero addolcito da numerose curve.
Dal passo si scende a sx perdendo 175 m di quota, tagliando il versante orientale del P. Moro, percorrendo un ottimo sentiero di grande effetto visivo sulla Valle Bondolero, per poi risalire alla Scatta d’Orogna (2461 m), un punto presenta un facile tratto protetto da una catena posizionata su delle roccette.
Dalla scatta, seguendo i segni di vernice bianco/rossi sui sassi si inizia la lunga discesa a Devero attraverso la Val Buscagna, oltrepassata l’alpe si costeggia il torrente e si scende su sentiero piuttosto ripido nella vegetazione fino alla piana dell’Alpe Devero (1634 m).