Mombianco da Ingria, anello per santa Libera, Albaretto, Salsa

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 750
quota vetta/quota massima (m): 1010
dislivello salita totale (m): 400

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 80% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 19/01/12

località partenza: Ingria (Ingria , TO )

cartografia: Carta della Valle Sacra n.04 1:20000 ed:MUedizioni

bibliografia: Dalle vigne agli stambecchi di Orso e Valente ed:CDA

note tecniche:
Facile e breve escursione sul traverso di fondovalle Soana tra belle borgate, ormai abbandonate, ma ancora in grado di trasmettere il sapore dei tempi passati e della grande fatica che qui si consumava.
Si svolge interamente su mulattiera e sentieri ben evidenti; sino a s. Libera è da considerarsi (T) mentre sul tratto successivo si attraversano tratti un po’ esposti (E) ma sempre su marcato sentiero.

descrizione itinerario:
Da Pont Canavese si sale la valle Soana sino a Raggiungere la località di Frailino 750m, poco prima di Ingria, si parcheggia su slarghi a bordo strada poco dopo essere passati sotto alla struttura di protezione della teleferica, nei pressi di una bacheca votiva e della partenza a sx della mulattiera.
Sci scende lungo la mulattiera e si attraversa il torrente Soana (sul ponte in legno/ferro) si prosegue sul lato opposto, ora a salire in corrispondenza di un pannello informativo, percorrendo la bella mulattiera che senza esitazioni porta a Santa Liberata 938m (e al bel borgo di Bettassa 925m posto a poche decine di metri dietro la chiesa).
Dal frontale della chiesa (pannello informativo) si sale ora in direzione ovest a raggiungere Albaretto 960m superate le case si incontra la struttura in cemento di contenimento dell’acqua per la centrale idroelettrica, si prosegue sul sentiero che costeggia il muretto e la cinta di questa per iniziare un straverso che scorre parallelo al fondovalle siano a raggiungere Salsa 1010m, bel borgo completamente abbandonato con ancora ben visibili parte degli arredi e degli spazzi abitativi.
Proseguendo (siamo sul sentiero dell’AVC con segnavia b/r) si perde quota a raggiungere e superare un torrentello e di li a poco Mombianco 935m; bella borgata in parte ristrutturata (vedi la vecchia scuola e la chiesetta).
Se ci si addentra fra le casette a sx (verso il fondovalle) si può raggiungere con un breve percorso (poche decine di metri) un promontorio (privato) che offre una bella vista sulla sottostante valle il torrente e le elevazioni del fondovalle.
Dal frontale della chiesa si prosegue sulla ampia e bella mulattiera (con cappelle votive) che con ampie svolte scende senza incertezze il ripido lato della montagna sino a raggiungere la sx orog del torrente Soana. Svoltato a dx si supera una casa e si attraversa l’ampio ponte in ferro/cemento (doveva servire per una sterrata mai ultimata) per risalire un breve tratto sul versante opposto e raggiungere la strada in località Viretto 750m; percorrendola ora a sx (verso fondovalle) si raggiunge il punto di partenza richiudendo l’escursione ad anello.
Disl. tot. 400m; dist tot. 7km; tempo tot. 3 ore con calma. Vedi anche traccia GPS.