Campanile di Val Montanaia via Glanvell - Von Saar

difficoltà: 5b
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1900
sviluppo arrampicata (m): 290
dislivello avvicinamento (m): 800

copertura rete mobile
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

ultima revisione: 21/06/09

località partenza: Val Cimoliana (Cimolais , PN )

punti appoggio: rif. Pordenone

cartografia: tabacco 021

bibliografia: www.rampegoni.it

accesso:
Dal parcheggio per il Rif. Pordenone (1249 m), raggiungibile per carrozzabile da Cimolais (13 km) si segue il sentiero 353 che risale la Val Montanania. Giunti in prossimità del Campanile si seguono le tracce verso lo zoccolo (nicchia alla base, possibilità di lasciare gli zaini) e per facili rocce (I) si sale alla base dell’evidente camino di attacco (cordone in alto; 1,30 h circa).

note tecniche:
Indispensabili due corde, utili alcuni friends medi (camalot 1-2) numerosi cordini, 6-8 rinvii. Chiodi e martello non sono di norma necessari.

descrizione itinerario:
1) Attaccare il camino sulla destra (cordone) e continuare a salire sul
lato destro fino a metà circa dove si rientra (cordino). Seguire il camino fino alla
si sosta si anello cementato. 25 m.; III,IV 3 cordoni
2) Traversare 1-2 m a sx fino ad un chiodo posto sotto uno strapiombetto. Superarlo e
continuare prima verticalmente (grosso anello cementato) poi in leggero obliquo verso sx fino a sostare sotto una fessura – camino. Sosta su anello cementato. 35 m. IV p. IV+, 35 m
3) Risalire il camino – fessura (2 cunei di legno + 1 ch.) fino ad un anello cementato. Traversare verso dx e seguire l’evidente rampa che sale obliqua a dx fino in prossimità di una grande terrazza detritica posta sulla spigolo Est, superare un altro salto di rocce verticali per
sostare su anello cementato un paio di m a dx. 35 m. III/IV p IV+
4) Traversare verso sx superando un primo salto verticale fino ad arrivare in
prossimità dello spigolo ovest (pulpito Cozzi) su un grande terrazzo sotto la verticale della
fessura Cozzi. Sosta su anello cementato 35 m., III poi II I
5) Salire la fessura (nut incastrato) fino ad una cornice dove si sosta su 2 ch. 10 m V
sosta su 2 ch. (è possibile unire questo tiro con il seguente; il passo è reso molto faticoso dalla roccia liscia e unta dai freqeunti passaggi; esiste una variante di uguale difficoltà che permette di evitare la fessura).
6) Traversare verso sx lungo la cornice (ch. + cordini) superare lo spigolo e continuare (ch.) fino alla sosta su anello cementato. 25 m III/II 3 ch, 1 cl. sosta su
anello cementato.
7) Superare il camino Von Glanvell (anello resinato) poi più facilmente per
roccette al ballatoio. Sosta leggermente a sx sotto un canalino verticale 35 m IV+ poi
IV/III 2 ch sosta su anello cementato
8) Risalire il canalino prima verticale (friend incastrato), poi più appoggiato fino ad una sosta su una cengetta 35 m IV poi III sosta su anello cementato.
9) Ancora verticalmente per rocce articolate fino alla vetta, sosta su anello cementato. 30m
III / III+.

Discesa: Ridiscendere con due doppie (1x 30 1x 40) fino al ballatoio (attenzione alla presenza di eventuali cordate in salita), traversare a sx e
portarsi in parete N. (è possibile e consigliabile percorrere interamente l’espostissimo ballatoio che circonda tutto il campanile). Calata di 37 m, calata Piaz, lungo la
parete N fino ad una costa rocciosa. Scendere per roccette (ometti) al
successivo intaglio e qui con calata di 20 m alla base del Campanile. Si ritorna all’attacco per roccette e sfasciumi verso E (sx faccia alla parete).