Coste (Cima alle) Sest grado

difficoltà: 6a / 5c obbl
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 200
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 70

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pardes_18
ultima revisione: 17/05/09

località partenza: Lago pesca sportiva Bagattoli (Dro , TN )

punti appoggio: campeggio ad Arco

bibliografia: Diego Filippi, Pareti del Sarca, Versante Sud, Milano 2007

note tecniche:
Classica salita del settore sportivo della parete est della Cima alle Coste, detto “Lo Scudo”. Gode di una certa notorietà in virtù della presenza di spits distanti su placche verticali. Le difficoltà sono contenute ed una volta preso il ritmo giusto si arrampica con soddisfazione dimenticando la rarefazione dei punti di sicurezza.

descrizione itinerario:
Avvicinamento: Parcheggiare al Lago di Bagattoli, eventualmente chiedere il permesso al bar in caso di comcomitante gara di pesca. Aggirare il lago e prendere forestale in direzione di Arco, un ometto indica il sentiero di attacco alla parete.

Attacco. Avvicinarsi alla parete e costeggiarla in direzione del grande diedro canale della Martini, guardare bene la parete dato che il nome è scritto alla base.

L. 1 Placconata con nome inciso alla base, 5c;
L. 2 Traversata versata molto lunga con notevoli attriti, allungare tutte le protezioni e/o sfalsare le corde. C’è anche una possibilità di raggiungere la sosta con breve strappo verticale, evitando il tortuoso traverso, provata con la corda dall’alto in occasione delle calate e valutata, sotto cauzione, 6b+/6c
L. 3 Placca verticale ma con buoni appoggi, 5c;
L. 4 Si attraversa una costola erbosa per fessura marcata, 5c;
L. 5 Inizia una serie di placche con chiodatura molto distante su difficoltà contenute ma di rilievo “psicologico”, 5c;
L. 6 Altra placca verticale, spit lontani ma passi semplici, 5c;
L. 7 Continua la serie delle palcche dalle medesime caratteristiche, 5c;
L. 8 Ultima placca, difficoltà più marcata e protezioni essenziali, 6a;
L . 9 Verso sinistra per terreno poco invitante in direzione di arbusti, da qui si iniziano le doppie.