Pontonnet (Torre) Cresta SE

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2100
quota vetta (m): 3173
dislivello complessivo (m): 1200

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: LuCiastrek
ultima revisione: 09/07/19

località partenza: Dondena (Champorcher , AO )

punti appoggio: Rifugio Dondena

cartografia: Parco Nazionale Gran Paradiso n°3

accesso:
Da Pont San Martin proseguire per Aosta, dopo il forte di Bard alla rotonda girare per Hone, Champorcher, dove una volta giunti bisogna seguire le indicazioni per Dondena 10 km. ; si fanno circa 6 chilometri di asfalto poi la strada diventa sterrata e molto accidentata (questo in data Luglio 2019) anche se percorribile con auto normali fino al posteggio di Dondena.

note tecniche:
La Torre Pontonnet rimane una cima non visibile fino a quando non si raggiunge il lago Pontonnet, dal colle Fénis si vede molto bene l'inizio della cresta ed i vari spuntoni che bisogna aggirare perdendo quota, al che ritengo sia preferibile escludere questa parte di cresta. Una volta raggiunto il colle Pontonnet scendere nel versante di Cogne, aggirare alla base gli spuntoni sopra descritti e portarsi su terreno erboso detritico sulla cresta S/E, dove questa prosegue dopo una lunga parete rocciosa. Dalla cima della Torre si ha di fronte la grande parete est della Tersiva; al ritorno arrivati al lago Pontonnet si può scendere dal sentiero per il rifugio Miserin.

descrizione itinerario:
Alla partenza da Dondena seguire le indicazioni per il colle Pontonnet sentiero n°8 si scende brevemente su una stradina sterrata e si supera un ponte sul torrente Ayasse un centinaio di metri dopo in corrispondenza di una baita diroccata sulla dx parte una traccia di sentiero, che risulterà successivamente più marcato e che dopo essere transitato a fianco di alcune baite riprende la strada sterrata(lasciata in precedenza) che porta al rifugio Miserin. Si prosegue sulla sterrata per un breve tratto fino ad un bivio(segnaletica verticale) dove bisogna girare a dx, si ripassa sul torrente Ayasse e si continua su sentiero, superando il bivio per il colle Fussy e il colle Mussaillon girando sempre a sx; il sentiero si mantiene con pendenza costante transitando sotto il monte Mussaillon poi si supera il lago Pontonnet e si giunge al colle Fènis ed in breve poco sopra si arriva al colle Pontonnet. Una volta giunti sulla cresta S/E(come da note) rimanere sul filo della stessa senza bisogno di aggirare le difficoltà che si presentano in quanto si procede su roccia buona, giunti alla base di un muro che pare il tratto finale della salita spostarsi sulla dx tratto esposto ma gradinato e ben appigliato, che conduce sotto una anticima, aggirarla a sx e riguadagnare il filo di cresta che per facili roccette portano sulla vicina cima.