Madonna (Cima della) Ferrata della Vecia - Ferrata del Velo

difficoltà: PD
esposizione prevalente: Ovest
sviluppo ferrata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 600
quota massima (m): 2400

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: marcoclimb
ultima revisione: 24/09/18

località partenza: Malca Zivertaghe (Primiero San Martino di Castrozza , TN )

punti appoggio: Rifugio Velo della Madonna

accesso:
da San Martino di Castrozza ,o da un tornante a metà strada tra il paese e Fiera di Primiero,Raggiungere l'agriturismo/alpeggio di Malga Zivertaghe e proseguire ancora alcune centinaia di metri fino all'evidente parcheggio con fontana (oltre la strada è sbarrata). si seguono le indicazioni per il Rifugio del Velo sul sentiero 713. prima nella pineta e poi nel canale ampio e detritico della val della vecia. A circa 2000 mt si incontra un bivio,ben segnalato con cartelli,dal quale si prosegue a sinistra in piano fino all'attacco della Ferrata della Vecia,ben indicata.

note tecniche:
qui viene descritto il giro ad Anello Vecia>Velo. naturalmente puo' essere seguito anche il percorso inverso! e naturalmente allungato sfruttando le innumerevoli possibilità che la zona offre (ferrate Giusella e Porton verso Nord, Dino Buzzati e Cacciatore a sud)

descrizione itinerario:
la Ferrata della Vecchia (o Vecia) è stata recentemente riattrezzata in modo encomiabile. finito il tratto roccioso ed attrezzato inizia il sentiero che continua in buona pendenza fino al culmine del valloncello,davanti ad un fronte roccioso, il bivio,evidente non è segnalato. a Sinistra si sale brevemente alla forcella Porton (dove arriva la ferrata omonima che inizia sopra il Rif.Pradidali). a destra invece su sentiero ci si dirige verso le evidenti cime del Sass Maor e della Madonna. dopo un paio di centinaia di metri inizia la parte attrezzata. si passa il canalone (che si inabissa a dx in maniera davvero impressionante) . percorsa in questo senso la Ferrata è praticamente tutta in discesa ma comunque molto divertente. si arriva al suo termine e solo da qui si vede il Rifugio, che si raggiunge in 10 minuti di salita. il Rifugio è posto in un luogo superbo. con vista sulla conca di San Martino e sovrastato dalla spettacolare parete della cima della Madonna, la discesa avviene per il sentiero ben indicato ed evidente che inizia a fianco del Rifugio (739). poco dopo ,ad un bivio, si prende a Dx (s.Martino / malga Zivertaghe) ,si percorre un tratto esposto ma attrezzato (porre attenzione,è quasi sempre bagnato). dopo questo tratto si raggiunge il bivio a quota 2000,dove si chiude di fatto l'anello! seguendo il sentiero utilizzato in salita si rientra al parcheggio!

altre annotazioni:
Ferrata storica sopratutto perchè viene percorsa da chi accede alla via di Arrampicata dello Spigolo del Velo,salita classica considerata,nel suo ordine di difficoltà, una delle piu' belle di tutte le dolomiti.